venerdì 1 novembre 2013 redazione@ceccano24.it

Addetto stampa: la posizione ufficiale del Comune di Ceccano. Maliziola: “L’amministrazione agisce nell’ottica della trasparenza”

“Nell’ottica della politica partecipata e della massima trasparenza ritengo prioritaria  l’adozione di una figura professionale specifica in grado di fungere da filo diretto tra l’Ente ed i cittadini.” Questo quanto dichiara il sindaco Manuela Maliziola in riferimento al clamore suscitato sulla stampa dalla nomina della figura di un addetto stampa al Comune di Ceccano. Il primo cittadino risponde  citando la delibera di riferimento: L’incarico è necessario al fine di assicurare il massimo grado di trasparenza, chiarezza e tempestività nella materia di interesse pubblico. Queste le motivazioni che hanno determinato l’approvazione della delibera numero 303 del 25 Ottobre 2013. Una delibera predisposta sulla base di specifiche normative in materia e che non ha precedenti negli atti dell’ente in archivio.

Verificata la mancanza dei requisiti previsti dalla legge per la figura di Capo Ufficio Stampa – categoria D all’interno della dotazione organica dell’Ente, il sindaco Manuela Maliziola ha ritenuto di ricorrere ad un incarico fiduciario a persona dotata di curriculum professionale qualificato e competente comprovato da anni di esperienza nel settore giornalistico. Il curriculum della D.ssa Tamara Graziani sarà visibile tra qualche giorno sul sito istituzionale del comune. Il consiglio comunale non è stato investito della decisione perché il piano triennale delle assunzioni è materia di competenza della giunta. Il piano stesso verrà allegato agli atti del bilancio al momento dell’approvazione dello stesso da parte del consiglio comunale. Per quanto riguarda i limiti finanziari  imposti  dalla “spending review”, il sindaco Manuela Maliziola ci tiene a precisare che, nonostante la popolosità del Comune di Ceccano, che conta circa 24.000 abitanti, per circa due mesi dalla sua elezione non ha avuto la possibilità di nominare il proprio staff  e fino a Dicembre del 2012 ha potuto utilizzare una sola unità  a tempo parziale.

Dal 2013 tutti gli adempimenti in materia di staff e di personale in genere sono stati adottati nel rispetto dei vincoli imposti dalla legge e finalizzati ad una continua riduzione di spesa. Risulta una strumentalizzazione il tentativo di collegare la nomina dell’addetto stampa alla revisione delle tariffe della mensa e trasporto scolastici.  Si tratta nello specifico di spese relative a funzioni diverse. Pertanto le risorse destinate alla mensa non possono essere trasferite ad altra funzione di spesa, quale può essere quella del personale e viceversa.  Pertanto questa assunzione, proprio per le motivazioni di cui sopra, non ha nulla a che vedere con le tariffe della mensa e trasporti.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA