martedì 4 settembre 2012

Alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia anche il sociologo ceccanese d’adozione Maurizio Lozzi

La Mostra Internazionale del Cinema di Venezia ospita anche un ciociaro. Si tratta del sociologo ceccanese d’adozione Maurizio Lozzi invitato a partecipare quale autore del volume collettaneo intitolato “Il Potere al Cinema – Dall’architettura del Lido all’Auditorium di Renzo Piano” dedicato al grande sceneggiatore scomparso, Tonino Guerra. Rivolto ai grandi temi della cinematografia, il libro sarà presentato alle 13,30 nello Spazio della Regione Veneto giovedì 6 settembre.

A precisare che “si tratta di un’opera a più mani realizzata con i colleghi del Centro Studi di Psicologia dell’Arte e Psicoterapie Espressive” è lo stesso Lozzi che del grande artista romagnolo ricorda “come diverse pellicole per le quali ha lavorato da Zabrinskie Point, ad Amarcord, o anche Deserto Rosso siano divenute universali nella storia del cinema contemporaneo”. Il saggio che Lozzi ha realizzato per questo volume che di Guerra ricorda l’attenzione ai dettagli, la capacità di creare atmosfere e l’amore per i personaggi, è dedicato a “Potere e ‘mediamorfosi’” e descrive quello che il sociologo ciociaro definisce “il processo sociologico di ricezione del cinema”. L’omaggio a Guerra è per Lozzi “doveroso a Venezia, dove nel ’64 Deserto Rosso di Michelangelo Antonioni, in cui recitava la grande Monica Vitti, ottenne il Leone d’Oro da una giuria in cui c’era addirittura Rudolf Arnheim”.

Edito in CD dalle Edizioni Scientifiche STILL di Udine, curato da Paola Dei e prefato da Nicola Borrelli il volume oltre al contributo di Lozzi vede partecipare giovani esperti e personalità del cinema come Roberta Bruscoli, Luigi Zaffagnini, Roberto Iacomucci, Giulia Colella, Damiana Ernesto, Graziella Arazzi, Ernesto G. Laura, Jacopo Brogi, Dina D’Isa, Eliana Lo Castro Napoli, Sara Santini e Roberto Barzanti.

PUBBLIREDAZIONALE - Un lavoro costante ed equilibrato svolto per un periodo compreso tra le sei e le otto settimane è in genere ideale per poter recuperare le facoltà motorie e reimpossessarsi della propria quotidianità.

PUBBLIREDAZIONALE - Un punto di riferimento per chi è in cerca di assistenti familiari/badanti. La sede è a Sora in viale S. Domenico n.1