Angelino Stella: “L’antenna in località Badia sta generando sconcerto e rabbia tra i cittadini”

La sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale di Latina n. 00300/2012, con la quale il Comune di Ceccano, per altro non costituitosi in giudizio (perché?), viene condannato ad acconsentire l’installazione di una nuova antenna per la telefonia mobile, in località Badia, è molto grave e sta generando sconcerto e rabbia tra i cittadini, specie i residenti della zona in oggetto.

Già nel lontano 2004, nella qualità di consigliere comunale, riuscii a sventare, con l’aiuto della mia associazione e di molti cittadini, il piano antenne proposto dalla maggioranza guidata dal Sindaco Antonio Ciotoli, al punto da restare alla storia la seduta consiliare. Ci fu una vera e propria sollevazione popolare in diverse contrade della città ed in modo particolare in località La Botte, Casamarciano, Celleta, Colle Antico-Pischito, Maiura, Colle Leo, Pedemontana e Starnelle. Tale dissenso ed opposizione, riuscirono a bloccare l’installazione ed il potenziamento di siti già esistenti di antenne per la telefonia mobile ed altre, ben più pericolose, radio-tv, che dovevano essere collocate in località Santa Maria Goretti e Pedemontana. Dopo un lungo braccio di ferro, il consiglio comunale attuò delle modifiche al piano delle antenne inizialmente proposto, andando incontro alle istanze sollevate dai cittadini.

A distanza di anni, la sentenza del Tar di Latina dello scorso 13 aprile, mette in evidenza, ancora una volta, l’insufficienza amministrativa della giunta comunale guidata dal Sindaco Antonio Ciotoli, tant’è che oltre all’installazione dell’antenna in località Badia, il Comune di Ceccano è stato condannato a dover pagare migliaia di euro di spese legali. Ennesima beffa, quest’ultima, nei confronti della comunità ceccanese, che si aggiunge al danno provocato dall’installazione della medesima antenna nei pressi del centro abitato e di diversi nuclei familiari. In qualità di candidato a Sindaco del Polo Civico mi domando: se dovesse vincere Manuela Maliziola ci ritroveremo in giunta come assessori gli stessi personaggi che hanno provocato il ricorso e lo hanno perso senza consentire all’Ente di difendersi, con la costituzione in giudizio?

Angelino Stella

Menu