26 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

Angelino Stella: “Ruspandini candidato. Ora si gioca a carte scoperte”

Premesso che questo comunicato è l’ultimo in cui mi occupo delle spiacevoli vicende del patto non rispettato nei miei confronti da Ruspandini che siede sulla comoda poltrona alla provincia assieme al suo giovane portaborse solo grazie al mio lavoro ed impegno nel combattere i “sinistri” locali, annuncio che mi occuperò da subito di stilare il programma per proporlo alla cittadinanza, ma mi corre l’obbligo morale e politico di sottolineare quanto segue:

1) Oggi con il lancio ufficiale della candidatura di Ruspandini si prende atto che il progetto iniziato alle Provinciali e proseguito alle Regionali tra il movimento civico che rappresento e una parte del PDL in prevalenza ex AN è definitivamente sfumato, mentre Marco Corsi ex Forza Italia protagonista anch’egli del progetto ha rispettato il patto. Infatti il gruppo di ex Forza Italia quasi al completo appoggia la mia persona.

Si volta finalmente pagina e si gioca ormai a carte scoperte su una vicenda che farà discutere ancora per molto la comunità sullo sconcertante comportamento tenuto dal Ruspandini nel non rispettare i patti con lo scrivente che prevedevano al mia rinuncia alla Provincia a suo favore e  il suo sostegno alla mia candidatura a Sindaco.

La macchina del fango è in azione sui social network ogni giorno e sicuramente prima delle elezioni in tanti si beccheranno denunce e richieste di danni. Come fa il portaborse di Ruspandini alla Provincia a dire che il Palazzetto dello sport è stato costruito nel 98 presente Stella in consiglio, quando lo stesso menzognero soggetto sa benissimo che il palazzetto è stato inaugurato nel 1996 quando Stella non era consigliere comunale? Come si fa a dire che i candidati a Sindaco a sinistra sono 3 quando tutti sanno che il mio polo civico è formato trasversalmente da gente che dei partiti e delle ideologie bipartisan  che tanti danni hanno arrecato alla città ad iniziare dalla chiusura dell’ospedale, dalla mancata bonifica ambientale del Sacco e dei tanti siti a rischio sul territorio ne faranno certamente a meno, per non essere condizionati nel poter dire sempre la propria contro il potere romanocentrico tanto caro al gruppo Ruspandiniano? Tutte menzogne e falsità che cercano di distrarre la gente ed i giovani dal clamoroso tradimento ordito contro la mia persona. Un atto indecente e senza onore per gente che dice di essere di destra ma che nei comportamenti non sa nemmeno cosa sia tale ideologia che come le altre è fondata sulle regole e l’onore.Non è la prima volta che accade in politica di tradire e non sarà neanche l’ultima. E’ l’ennesima dimostrazione che conciliare etica e politica nel teatro partitico è un’impresa ardua e destinata sempre a soccombere finchè prevarranno  personalismi a danno della squadra  e dei programmi. La politica è vista sempre più con distacco della gente proprio perché non riesce più ad uscire da tali secche dove la fanno da padrone i guitti ed i furbastri di turno.

La politica a tutti i livelli da quando è in vigore il  voto maggioritario, ha dimostrato che la classe dirigente che la rappresenta antepone le proprie carriere politiche personali agli interessi generali calpestando tutto e tutti nel segno della singola onnipotenza. Di una cosa possiamo essere certi:l’atteggiamento del Ruspandini nei miei confronti verrà giudicato dagli elettori. Non so come, ma verrà giudicato.

2) Tornando nello specifico dell’imminente campagna elettorale un peso notevole lo avrà l’astensionismo derivante dalla perdita di credibilità dei partiti nazionali ormai governati  e guidati dai tecnocrati, dalla Germania e dalle banche.

L’attuale ammucchiata politica nazionale che sostiene il Governo Monti sta operando con tagli e tasse sempre nelle stesse categorie vessate da tempo come lavoratori, piccole imprese, commercio, pensioni, ecc. e sta allontanando la gente dai partiti e dalla cabina elettorale. Ancora una volta dal varo della legge elettorale maggioritaria a danno di quella proporzionale datata 1991(un vero danno per i cittadini), chi ci rappresenta nel consiglio dei Ministri è espressione solo di una piccola nicchia della società a danno di troppe categorie sociali escluse dal Parlamento e dalla rappresentanza elettiva. Attualmente sono tutti professori o ex banchieri che hanno perso da tempo il contatto con la realtà di arrivare alla fine del mese. Soggetti che non fanno file per ottenere un credito, o  un posto letto in ospedale o alla posta per la pensione sempre più misera, che pensano solo a tagliare personale e servizi essenziali dello Stato con gravi ripercussioni sociali.

Uno scollamento pauroso che si ripercuote nell’astensionismo sempre più dilagante come segno di protesta. Il nostro movimento a Ceccano in questi anni è stato sempre a fianco della popolazione con atti concreti espressi con forza nel consiglio comunale.

Siamo pronti grazie a questo impegno senza sconti verso i potenti di turno ad intercettare i consensi di chi giustamente arrabbiato non vuole andare a votare per il suo partito di riferimento. Infatti chiediamo i consensi prima per quello che abbiamo già fatto a difesa degli interessi collettivi in questi anni e poi per quello che faremo se la comunità non dimenticherà le nostre battaglie e premierà con la vittoria  il nostro movimento e la mia  candidatura.

3) Il sindaco Ciotoli ha indossato “la maschera” per confondere la gente che giustamente non abboccherà perché tutti sanno che dietro ci sono sempre gli stessi  assessori a vita, i tanti  assessori disoccupati nel quotidiano, che tanti problemi hanno creato in questi anni nella gestione politica amministrativa della città. Un gruppo di potere inetto e miope di cui si farà certamente a meno a Ceccano a cui il volto nuovo  seppur apprezzabile, non basterà per conservare il potere.

4) nei prossimi gg. illustreremo come comitato civico il lavoro referendario svolto in questi mesi a sostegno della commissione d’inchiesta ambientale e quella sull’incidenza delle malattie tumorali bocciata clamorosamente per la 5^ volta in quasi 10 anni, dalla maggioranza Ciotoli il 27/08/11 attraverso un emendamento al bilancio presentato dallo scrivente.

Un fatto clamoroso a cui sono seguiti solo sterili Bla/bla da parte di chi governa sia la città con Ciotoli che dalla Provincia con Ruspandini e Iannarilli, altro grande irriconoscente quest’ultimo, che non hanno mosso paglia contro l’inquinamento che soffoca ogni giorno la città.

La manifestazione si terrà mercoledì  07/03/12 alle ore 17.30 presso l’auditorium della biblioteca comunale in Piazza Municipio.

Comitato civico Per la Gente – Angelino Stella

Menu