venerdì 30 ottobre 2015 redazione@ceccano24.it

Asl: a Ceccano apre una REMS, struttura residenziale per pazienti psichiatrici autori di reato

Se ne è parlato spesso, talvolta in modo non appropriato. Ora è pronta ed il prossimo 5 novembre verrà inaugurata. Ci riferiamo alla “Residenza per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza (REMS)” che, con evidente celerità, è stata realizzata nel Comune di Ceccano ed è pronta ad accogliere 20 ospiti, tutti uomini. La ASL di Frosinone, con in testa la Direzione Aziendale guidata dal Direttore Generale Isabella Mastrobuono, ed il Dipartimento di Salute Mentale e delle Patologie delle Dipendenze diretto dal Dr. Fernando Ferrauti, stanno portando avanti con grande impegno il percorso per il ”superamento dell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario”, nel rispetto della attuazione della legge.

Infatti è stata la prima ASL in Italia ad inaugurare una REMS, struttura Residenziale Socio- Sanitaria a gestione unicamente sanitaria, per accogliere pazienti psichiatrici autori di reato. Come è noto la struttura di Pontecorvo, inaugurata il 31 marzo 2015, ha avuto il plauso della Commissione Sanità del Senato in occasione della visita del 13 luglio scorso e l’ammirazione della delegazione giapponese di esperti venuta in Italia per visitarla. Ma la testimonianza che più sta a cuore è data ogni giorno dalla soddisfazione di utenti e familiari.

A Ceccano – grazie anche all’impegno della Struttura Patrimonio Immobiliare diretta dall’Ing. Mauro Palmieri – gli ambienti interni ed esterni dell’edificio sono stati opportunamente ristrutturati ed adeguati alla particolare normativa. A Ceccano sono state anche realizzate opere riabilitative con attività sportive e agricole. Saranno poi attuati programmi per attività riabilitative anche all’esterno, nel pieno rispetto della dignità e della integrazione sociale degli ospiti della struttura.

«Le REMS – sottolinea il Direttore Generale Isabella Mastrobuono – rappresentano senza dubbio una delle più importanti novità della Psichiatria italiana, che colloca il nostro Paese ai più alti livelli di umanizzazione e professionalità nel panorama della psichiatria internazionale e non solo. Queste istituzioni – aggiunge il Manager – prevedono attività di cura e riabilitazione attraverso programmi individuali condivisi con i Centri di Salute Mentale di riferimento territoriale al fine di consentire il proseguimento del percorso riabilitativo come previsto dalla legge 81/2014. Nel nostro caso si è data massima priorità alla attuazione di tali programmi e nel pieno rispetto della dignità umana nei confronti di un cittadino sofferente di una patologia psichiatrica che lo ha portato inconsapevolmente a compire un reato. Questa esperienza – conclude Isabella Mastrobuono – dimostra che una tale realtà può essere motivo di orgoglio per il nostro territorio, sia per la professionalità sia per la qualità del servizio offerto, evidenziando che è possibile credere ad una reale riabilitazione di alcuni pazienti che fino a poco tempo fa venivano “dimenticati “ in un Ospedale Psichiatrico Giudiziario. Desidero che giunga il mio sentito grazie per l’impegno e la vicinanza a S.E. il Prefetto di Frosinone, Dott.ssa Emilia Zarrilli, al Direttore del DSMPD Dott. Ferrauti, all’Ing. Palmieri ed agli operatori impegnati nelle Strutture».

Nell’occasione (e solo in questa occasione) Personalità invitate e coloro che abbiano desiderio ed interesse di conoscere i risultati dell’intenso lavoro realizzato dall’ASL e dagli operatori del DSMPD potranno accedere e visitare l’interno della nuova REMS. La cerimonia inaugurale avrà inizio alle ore 11,00 .

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA