13 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

Associazione Studenti: Ceccano, la città dell’incuria e degli sprechi

Qual è la città campione nelle Olimpiadi dell’incuria e degli sprechi? Purtroppo è Ceccano.

E’ questa la città dove negli anni si sono spesi fior di milioni di denaro pubblico per opere mastodontiche che poi hanno collassato alla prima emergenza. Dopo la vergognosa situazione in cui da quasi un anno versa la Mediatecacomunale – collassata con una piena del fiume Sacco, ora ai giovani della città ed alle associazioni sportive che con i giovani propongono iniziative sul territorio, è stato rubato anche un altro spazio: quello del Palazzetto dello Sport. Struttura – anche questa come la Mediateca– declamata dagli amministratori come “ultramoderna” e che invece alla prima prova è crollata come un castello di sabbia.

Chissà se, proprio come denunciava Saviano in “Gomorra”, anche qui non sia stata usata proprio tanta sabbia insieme al cemento? Speriamo che qualcuno passi ora a verificare chi ha diretto i lavori, chi ne ha certificato la stabilità e tutto quanto riguarda quest’altro “fiore all’occhiello” che si è appassito sulle spalle dell’attuale Amministrazione Comunale che del silenzio riguardo alle sollecitazioni di noi studenti ne ha fatto un preciso metodo di comportamento. Dopo la fine del
Palazzetto dello Sport, Ceccano spazi per i giovani non ne ha più.

E’ chiusa la Mediateca, l’Aula multimediale di Via S. Sebastiano ora il Palazzetto dello Sport e, per parlare poi di “cattedrali nel deserto” abbiamo visibili e impraticabili l’ospedale mai aperto di Via Morolense, quello ormai chiuso di Via Roma e il Parco Astronomico di Via Anime Sante.

Come si fa a non rendersi conto di quanto non esiste più, come si fa a far finta che tutto va bene, quando alle generazioni che saranno il futuro di questa città vengono preclusi spazi, eliminate le possibilità di loro recuperi e lasciate cadere nel dimenticatoio emergenze che se recuperate permetterebbero – come il clamoroso caso dell’assenza totale di postazioni internet gratuite – di assicurare, anche se residualmente, servizi pubblici ovunque attivi e a Ceccano no.

Cosa c’è rimasto in questa città che non è più la città delle “cattedrali”, ma ormai è il “deserto”?

L’unica struttura municipale che pare essere ancora in vita è il Cinema Antares, reggerà alle prossime intemperie o cadrà come tutte quelle di cui abbiamo fatto l’elenco? Il cinema si sa è fiction, a Ceccano purtroppo la realtà fa pena e questa fiction non lo è davvero.

Martina Del Brocco – Associazione Studenti Ceccano

Sede: Via Fabrateria Vetus snc
03023 Ceccano (Fr)
assostudenticeccano@gmail.com

 

Menu