Associazione Studenti Ceccano: primo anno di chiusura della mediateca

Non sono passati giorni di silenzio, nemmeno mesi, ma un anno intero. E noi dell’Associazione Studenti di Ceccano non possiamo evitare di celebrare il primo anno di chiusura del “fiore all’occhiello” dell’Amministrazione Ciotoli: la Mediateca della Valle del Sacco. Lo facciamo provocatoriamente perché l’educazione con la quale abbiamo finora richiesto attraverso la stampa locale al Sindaco Antonio Ciotoli, all’Assessore alla Cultura Pietro D’Annibale ed ai loro responsabili di servizio legittime spiegazioni sulla mancata riapertura della struttura “più moderna” di Ceccano, non hanno mai avuto risposta.

Eppure dando uno sguardo ai manifesti della imminente campagna elettorale qualcuno della loro parte inneggia alla costruzione di un futuro. Significa allora che gli amministratori attuali, restati in un “assordante” silenzio davanti alle nostre richieste di postazioni gratuite internet e di tutto quello che riguarda servizi ai giovani ovunque forniti, sono almeno coscienti che nel presente non hanno costruito nulla, semmai distrutto il poco che c’era o, almeno, nel caso della Mediateca Valle del Sacco, ignorato completamente il recupero di una struttura che permetteva a noi giovani di avere servizi internet gratuiti e spazi dove andare a studiare. Buon anniversario quindi per aver permesso di far passare UN ANNO intero di chiusura e mancato ripristino della funzionalità della Mediateca Valle del Sacco.

Un anniversario che avremmo preferito non celebrare, ma che è bene invece promuovere perché è il più lampante e trasparente messaggio di incapacità perpetrata da chi invece avrebbe dovuto assicurare servizi ed assistenza, tanto più ai giovani di questa città ed anche agli altri che dai vari paesi circostanti con noi frequentano le scuole e vivono – purtroppo – le inadempienze paurose della nostra classe politica. Non ci resta che dire grazie a tutto il palazzo comunale per averci almeno dato un Anniversario da celebrare. Speriamo che di questo tipo non ce ne siano più e che il futuro possa davvero essere costruttivo e diverso, di questo presente gradiremmo finalmente farne a meno.

Associazione Studenti Ceccano – il Portavoce Martina Del Brocco

Menu