13 dicembre 2012 redazione@ciociaria24.net

CALIGIORE elogia Ruspandini: “Laboratori di enogastronomia a Ceccano, ennesima azione concreta per la città”

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa a firma del consigliere comunale di Ceccano, Roberto Caligiore

Accolgo con soddisfazione l’ennesima azione portata avanti per Ceccano da Massimo Ruspandini, a dimostrazione dell’impegno concreto che egli ha quotidianamente per la città. Mi riferisco all’approvazione del progetto definitivo, con apposita delibera di Giunta Provinciale, relativo ai lavori di realizzazione dei laboratori di enogastronomia, di nuove aule didattiche e di interventi di manutenzione varia presso l’Istituto Alberghiero di Ceccano. E’ l’ennesima vittoria che rivendichiamo a gran voce, che va ad unirsi alle altre che in questi anni hanno visto, Ruspandini ed il nostro mondo, protagonisti nel cercare di mantenere a Ceccano uno standard di città di livello, nonostante l’immobilismo politico locale: mi riferisco all’apertura del Corso Universitario di Scienze Infermieristiche, già giunto al secondo anno, al dimensionamento scolastico che, grazie al nostro indirizzo, ha visto far ricollocare e quindi rinascere la scuola media al centro della città, con grande beneficio per le famiglie, per gli alunni e per la proposta formativa, ecc…

Rimane l’amaro in bocca solo per il fatto che se a Maggio scorso, avesse prevalso il progetto politico di Massimo Ruspandini, oggi sicuramente parleremmo di altre prospettive per la nostra città, che oggi avrebbe una nuova classe dirigente in grado di concepire la POLITICA con “incontro” e non come “scontro”, come “proposte” e non solamente come “proteste”, con “azioni concrete” e non con “completo abbandono”, perché solo così si può governare un processo per risollevare la città nel nome e nell’immagine. Una città ferma, in cui i cittadini, quasi con incredulità, mi chiedono spessissimo cosa stanno facendo gli amministratori che governano questa città e, l’unica risposta credibile è “il vuoto”.

“Vuoto amministrativo” per l’aumento indiscriminato di tutti i tributi locali che potevano essere aumentati, per lo stato di abbandono di tante strutture comunali che dovrebbero dare un servizio al cittadino come ad esempio la Mediateca, i parchi ecc…, per le promesse, a questo punto a vuoto, dette in campagna elettorale visto che il Palazzetto dello Sport doveva essere agibile per Natale, ed il “vuoto politico” per la mancanza di iniziative e di proposte per la crescita della città, per la mancanza di una linea che faccia capire concretamente se il Sindaco si fida o non si fida di chi le sta attorno, visto che ancora oggi, dopo sette mesi dalle elezioni, tiene ancora a sé quasi il 50% delle deleghe amministrative più importanti, cioè Bilancio, Urbanistica, Personale ecc…, per l’inesistente peso politico a livello provinciale e regionale.

Tornando al nostro operato, dico che un finanziamento così cospicuo, 250mila euro, rappresenta un segnale chiaro, da cui tutti devono trarre insegnamento e cioè: anche in un momento di crisi generale se si razionalizza e si hanno delle priorità ed un indirizzo politico, i fondi si trovano e si spendono, e comunque sicuramente vi saranno altre iniziative che Ruspandini sarà in grado di far arrivare a Ceccano. La città ha perso sino ad oggi troppe occasioni e dare la colpa, come hanno sempre fatto i Sindaci e gli assessori comunali degli ultimi decenni, a Provincia, Regione e Governo Nazionale non paga più: impegnatevi.

Menu