12 ottobre 2012 redazione@ciociaria24.net

Caligiore, Ruspandini e Ciotoli presentano l’emendamento al Bilancio di Previsione per l’anno 2012

Foto di copertina tratta dal profilo Facebook di massimo Ruspandini

Emendamento al Bilancio di Previsione per l’anno 2012 n.1

                    Al Sindaco del Comune di Ceccano
Al Presidente del Consiglio Comune di Ceccano
Al Segretario Generale del Comune di Ceccano
Agli Assessori del Comune di Ceccano
Ai Consiglieri Comunali di Ceccano

VISTO il Regolamento e Statuto Comunale per l’inserimento del presente emendamento al Bilancio di Previsione per l’anno 2012 e relativo inserimento dello stesso nell’ordine del giorno relativo;

CONSIDERATO che con Delibera di Giunta Comunale n.397 del 03.12.2004, con oggetto:”Tariffe servizi scolastici – Modifica deliberazione G.C. n.330 del 08.10.2004”, venivano stabilite le nuove tariffe differenziate in base al reddito, per i servizi scolastici, a decorrere dal 01.01.2005;

CONSIDERATO che con Delibera di Giunta Comunale n.106 del 26.03.2009, con oggetto:”Definizione misura percentuale costi complessivi dei servizi a domanda individuale”, sono state stabilite le nuove tariffe e contribuzioni dovute per l’annualità 2009 dagli utenti per i servizi a domanda individuale e per le concessioni d’uso;

CONSIDERATO che con Delibera di Giunta Comunale n.168 del 30.08.2012, con oggetto:”Revisione tariffe applicate ai servizi a domanda individuale SERVIZIO TRASPORTO ALUNNI e SERVIZIO MENSA SCOLASTICA”, sono state stabilite le nuove tariffe e contribuzioni dovute dagli utenti per i servizi appena indicati;

CONSIDERATO che, nei precedenti anni fino al 2009, nel caso del Servizio di Trasporto Alunni, era prevista una riduzione del 15% sulle tariffe nel caso di 2° figlio ed oltre che utilizzavano il servizio;

VISTO che nei programmi proposti agli elettori, alle ultime elezioni amministrative di Maggio scorso da tutti i candidati a Sindaco, vi è “IL CONTENIMENTO TARIFFARIO”;

VISTO il momento di notevoli difficoltà economiche per la Nazione oltre che di contestazioni di privilegi di cui gode attualmente la classe politica;

VISTO che è quindi necessario dare un segnale di distacco dimostrando che espletare tale ruolo politico, dal Consigliere Comunale all’Assessore fino al Sindaco, non è un’attività lavorativa ma bensì un impegno sociale e che ognuno è chiamato a fare la propria parte, cercando di redistribuire le poche risorse finanziarie presenti nelle casse comunali;

PRESO ATTO che con determina del Responsabile del I Settore n.90 del 18.06.2012 sono state determinate ed attribuite “le indennità di funzione agli amministratori locali”;

SI PROPONE:

1 – di dimezzare, nell’ambito del capitolo n. 1.01.01.03, la voce “Prestazioni di Servizi” riguardante anche i compensi agli Organi Istituzionali, cioè nello specifico le indennità di funzione spettanti al Sindaco, al Presidente del Consiglio Comunale, agli Assessori ed i gettoni di presenza dei Consiglieri Comunali riducendo così la spesa;

2 – di destinare la risultante riduzione di spesa ad una funzione sociale, cioè in una riduzione delle tariffe applicate ai servizi a domanda individuale “Servizio Trasporto Alunni” e “Servizio Mensa Scolastica”, inserendo inoltre anche una ulteriore riduzione nella misura presumibile del 15% nel caso di 2° figlio o oltre che utilizzano i servizi specificati;

In questo modo si riuscirà a garantire l’equilibrio del bilancio avendo appunto una riduzione di spesa che va a coprire una mancata entrata.

Il Consigliere Comunale Roberto Caligiore
Il Consigliere Comunale Massimo Ruspandini
Il Consigliere Comunale Camillo Ciotoli

Menu