giovedì 27 settembre 2012

Caso Fiorito, Stefano Gizzi vuole un comitato per incontrare Alfano

L’Avvocato Stefano Gizzi, ex consigliere comunale di Ceccano ed in passato dirigente provinciale del centrodestra (Msi – An prima, Pdl poi) comunica che si sta costituendo un comitato di dirigenti, iscritti e simpatizzanti del centrodestra in Ciociaria che richiederà formalmente un incontro urgente con il Segretario Nazionale del Pdl, Onorevole Angelino Alfano, in merito alle sue ultime dichiarazioni relative ai gravi fatti della Regione Lazio.

L’Onorevole Angelino Alfano, infatti, ha assicurato che sia Fiorito che gli altri consiglieri regionali non saranno ricandidati.

Per gli attenti osservatori politici della Ciociaria e tra questi l’Avvocato Gizzi, questa dichiarazione, però, sembra non essere sufficiente, ma addirittura aprirebbe il fianco agli appetiti malsani di tanti <piccoli Fiorito in erba>, come lo stesso ha definito, che nel corso degli anni si sono assicurata una rendita di posizione politica proprio sull’ombra dello stesso consigliere regionale oggi al centro dello scandalo.

<Questo Comitato – ha spiegato l’Avvocato Stefano Gizzi – chiederà formalmente all’Onorevole Alfano di assumere un impegno ancor più forte e cioè quello di individuare le candidature per il Pdl e le Liste di sostegno assolutamente al di fuori della dirigenza politica provinciale di Frosinone, che in questi anni, in gran parte ha prosperato proprio sostenendo Fiorito e condividendo i suoi metodi, sia nei comuni, nell’Amministrazione Provinciale che nei vari enti.

Sarebbe comico ed anche offensivo per l’elettorato ciociaro vedere la Lista PDL del Collegio di Frosinone per le prossime regionali riempita con gli amici o gli ex amici di Fiorito!

Che cambiamento sarebbe?

Solo una presa in giro per gli iscritti e per gli elettori ciociari che meritano il massimo rispetto>.

Per Gizzi e gli altri suoi sostenitori, che sembrano già essere numerosi, in questo momento così grave, la Ciociaria avrebbe bisogno di un segnale forte e senza sconti per nessuno.

<Se lo scandalo è veramente grave, se i metodi assunti da Fiorito sono politicamente inaccettabili e gravi come li ha definiti Alfano, lo stesso vale per chi, nelle varie cittadine, facendosi scudo con la persona di Fiorito, ha preso possesso del Popolo della Libertà, ottenuto candidature ai collegi provinciali senza alcun tipo di primarie, ma solo perché quei collegi spettavano alla componente di Fiorito.

Ora se lo scenario è quello di un totale cambiamento di rotta – ha ribadito Gizzi – questo cambiamento deve necessariamente riguardare anche chi ha prosperato politicamente per anni nell’area politica di Fiorito, ottenendo dallo stesso Fiorito, aiuto, sostegno e vari incarichi politici sia nelle liste che nel Comitato Provinciale del PDL.

Anche il Sindaco di Roma Alemanno ha pubblicamente parlato dell’urgente necessità di azzerare tutto il centrodestra: il modo migliore ed il segnale migliore per gli elettori del Lazio è proprio quello di assicurare con la volontà del Segretario Nazionale Alfano liste per le prossime regionali prive dei politici di professione, ma aperte a gente veramente nuova, proveniente dal mondo delle professioni, dell’imprenditoria, del volontariato e dell’associazionismo.

In caso contrario, c’è il rischio che il caso Fiorito diventi un fuoco di paglia e tante controfigure di Fiorito, cresciute ed ingrassate politicamente alla sua ombra ora si sentano i leader provinciali del momento.

In tal modo cambierebbe qualche uomo, ma la musica resterebbe la stessa.

Allora è meglio tenersi l’originale Franco Fiorito, che almeno si sta dimostrando all’altezza nel difendere le sue posizioni con le unghie e con i denti!>

Infine, nella riflessione generale, sempre secondo l’Avvocato ceccanese, andrebbe posto anche un altro problema: <la Ciociaria non ha bisogno solo del ricambio generazionale, perché Fiorito è un quarantenne. La Ciociaria ha bisogno di metodi nuovi, di un modo di fare politica basato sulle competenze specifiche, sull’onesta personale, l’amore per il bene pubblico e per le esigenze dei cittadini, sulla professionalità acquisita nei vari campi del sapere, di gente preparata e non solo dei tanti politici che diventano “ottimi amministratori” solo perché “coperti” all’interno di correnti politiche e benedetti dai santoni romani del PDL>.

Nei prossimi giorni il Comitato renderà nota la richiesta ufficiale di incontro inoltrata all’On. Alfano.

Ci sono dirigenti che in questi anni sono stati ai margini del Pdl proprio perché non facevano parte del sistema politico oggi da tutti condannato.

L’Avvocato Gizzi allega il testo di un articolo comparso nel 1ontano 1996 nelle pagine del quotidiano nazionale Il Giornale, quando iniziò una coraggiosa “resistenza” a Fiorito ed alla sua parabola politica, denunciandolo pubblicamente per aver tesserato dei defunti, durante un congresso di Alleanza Nazionale.

 

Antonio Nalli

PUBBLIREDAZIONALE - Un punto di riferimento per chi è in cerca di assistenti familiari/badanti. La sede è a Sora in viale S. Domenico n.1

PUBBLIREDAZIONALE - Un lavoro costante ed equilibrato svolto per un periodo compreso tra le sei e le otto settimane è in genere ideale per poter recuperare le facoltà motorie e reimpossessarsi della propria quotidianità.