4 novembre 2012 redazione@ciociaria24.net

Ceccano, acqua non potabile e bollette

Sono in molti a Ceccano a chiedere una forte presa di posizione da parte dell’amministrazione Maliziola nei confronti di Acea Ato5, innanzitutto per la mancanza di controlli preventivi nei confronti degli inquinamenti idrici e poi da più di un mese l’acqua di mezza città non è potabile e questo farebbe venir meno il diritto dell’azienda di pretendere il pagamento delle bollette, legate appunto alla fornitura dell’acqua potabile. Intanto la popolazione è preoccupata per l’arsenico nell’acqua, colpo definitivo alla reputazione dell’acquedotto fabraterno.

Pietro Alviti

Menu