Ceccano – Angelino Stella al Sindaco: “Dopo l’asfalto elettorale ecco i loculi cimiteriali. Che coincidenza!”

Interrogazione a risposta scritta entro i 10gg previsti. Al Sindaco Di Ceccano. Oggetto: dopo l’asfalto elettorale ecco i loculi cimiteriali. Che coincidenza!

La giunta guidata da Ciotoli, non finisce mai di stupirci in peggio. Non paghi della scelta elettorale dell’asfalto derivante da un prestito acceso di recente con la Cassa DD.PP per un importo di 1.200.000,00 euro per  bitumare 40 km di strade, di cui la maggior parte in buone condizioni, mossa che metterà in ginocchio le casse comunali per 2 anni, a poche settimane dall’elezioni esce dal cilindro, dopo mesi di colpevole ritardo, il progetto esecutivo per 500 loculi cimiteriali. Delibera di giunta del 28/02/12. Prestito DDPP per 1 milione di euro. Le ricordo sig. Sindaco che ogni anno il comune paga l’astronomica cifra di oltre 1 milione di euro di interessi sui prestiti  e dell’asfalto si poteva fare a meno.

Ma guarda che coincidenza, dopo anni di attese da parte di centinaia di cittadini per ottenere un loculo cimiteriale il progetto viene presentato ad un mese dalle elezioni. Una mossa astuta dei soliti politicanti per carpire consensi su un sacrosanto diritto del cittadino? Sulle due questioni  mi piacerebbe conoscere il parere dei 2 candidati a sindaco Cerroni e Maliziola sull’operato dei loro assessori che incredibilmente in giunta gestiscono assieme ancora il potere con asfalto e loculi e sulle piazze politiche se le danno di santa ragione.

Dal PDL Ruspandiniano nessuno fiata per contestare questi fatti. Forse troppo impegnati a contrastare lo scrivente dopo non aver rispettato patti sacrosanti e  perdono così di vista il malgoverno di una finta sinistra nel palazzo.

Allora mi domando: questo eccessivo buonismo da salotto, mai visto in passato a 40 gg. dalle elezioni tra i gestori del potere cittadino(Ciotoli-Maliziola) e provinciale (Ruspandini -Caligiore) sarà foriero di cosa? Forse di un successivo inciucio alla Governo Monti tanto per intenderci, nel caso qualcuno rimanesse escluso dal ballottaggio? Non a caso da sempre l’eccessivo buonismo e basso profilo premia in particolare chi gestisce il potere, in questo caso al comune e alla provincia. Questo si vuol fare a Ceccano. Ma non verrà consentito. Tra qualche giorno inizieranno i comizi e ce ne sarà per tutti. Io dirò sempre quello che penso.

In particolare alla candidata Maliziola a capo di una coalizione sostenuta dalla sinistra estrema locale(Sel, Rifondazione, Pdci oltre all’IDV), altro che centro come si cerca di propinare alla gente, chiedo il parere sull’asfalto elettorale per oltre 1 milione di euro e sul perché la proposta dello scrivente che prevedeva di dirottare tali risorse ad es. sulla bonifica ex Annunziata, o al rifacimento del tetto del Palazzo dello sport, non sia stata presa in considerazione dai suoi assessori sostenitori. E’ evidente che con le candidature di ben 4 assessori uscenti nelle sue liste(Montoni, Terenzi, Ciotoli A. D’Annibale P.) e tutti gli attuali consiglieri che si sono distinti per 5 anni in consiglio a negarmi il diritto di accesso a documenti scottanti in cui si potevano ravvisare presunti abusi ed omissioni, a bocciare le mie proposte sulla nomina di svariate commissioni d’inchiesta come quella ambientale e sui tumori,una  sull’urbanistica, una sulle gravi insinuazioni del corvo o a respingere le mie istanze di portare in tribunale il gestore idrico con richiesta di danni per mancata applicazione in molti punti della convenzione, o a bocciare la mia proposta di ricorrere al TAR per la chiusura del pronto soccorso, si cerca furbescamente di passare sia come rinnovatori che per centristi, solo perché candidano un volto nuovo. Una bella faccia tosta non c’è che dire.

E’ chiaro che con questi soggetti, tutto rimarrà come prima. Invece con lo scrivente al governo di Palazzo Antonelli, si troveranno tutti i documenti negati e si farà luce su tante questioni all’insegna della trasparenza in nome del buon governo. Io sarò libero di agire con il polo civico, mentre gli altri dovranno ascoltare il parere dei loro capipartiti, prima di agire.

Questa è la differenza tra A. Stella e tutti gli altri candidati sostenuti dai partiti.

Scusate se è poco.  Infine vi esorto a nome della comunità ignara e distante dalla politica, a ritirare o a dare un nuovo indirizzo al milione e 200 mila euro previsto per l’asfalto. Sono tante le emergenze nella ns città che avrebbero la precedenza assoluta, e voi non potete dilapidare un tesoro frutto del sudore della gente vessata e tassata giornalmente, per rabberciare qualche voto più. Una vera indecenza che rimarrà come l’ultimo atto del governo Ciotoli, da sempre anonimo e vissuto nel segno del tirare a campare. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Andare ad es. a Piazza Berardi e osservare il centro storico ricoperto di rovi e di edifici pericolanti che potrebbero crollare da un momento all’altro con gravi conseguenze dopo aver assunto 33 operai nel 2004. Invece voi pensate all’asfalto. Che vergogna!

Il Consigliere Comunale Angelino Stella

Menu