Ceccano elezioni: Martella per Stella

Si chiama Enrico Martella, ha 19 anni e prenderà parte alla campagna elettorale
per il rinnovo del consiglio comunale, sostenendo in prima persona il candidato a Sindaco Angelino Stella, candidandosi all’interno della lista “Per la Gente”.
Ha scelto di compiere questo passo importante, per la prima volta nella sua
vita, mosso da uno spirito di cambiamento, come ulteriore atto per confermare un impegno politico e civile portato avanti nel corso di questi anni, fin dalla sua adolescenza, e che lo ha visto protagonista di numerose iniziative in difesa dell’ambiente, della legalità e del patrimonio culturale, storico ed
artistico della città di Ceccano.
Enrico Martella è nato il 7-2-1993. Frequenta il Liceo Scientifico Martino
Filetico di Ceccano.
All’età di 16 anni è stato eletto consigliere nella Consulta Provinciale degli
Studenti. A 18 anni, schifato dagli interessi dei partiti, è entrato a far
parte dell’associazione FareItalia. E’ considerato già da molti, uno dei leader
della destra giovanile ceccanese per il suo impegno con il gruppo Gioventù
Italiana.
<Ho scelto come slogan personale della mia campagna elettorale la frase “Il
domani è nostro”, in quanto sono pienamente convinto che il futuro di Ceccano,
appartiene a tutte quelle persone, più o meno giovani, che hanno a cuore le
sorti di questa città>.
Martella, inoltre, ha tracciato anche dei punti fondamentali che saranno i
suoi principali cavalli di battaglia in caso di vittoria: <Non vogliamo dare
illusioni o false speranze, la nostra coscienza non ci permette di promettere
mari e monti. Questo stile, che va tanto in voga a Ceccano, lo lasciamo a chi
fa della politica un mestiere e non un servizio per il cittadino e per la
comunità. Insieme al mio gruppo, Gioventù Italiana, abbiamo individuato dei
punti focali nel caso in cui la mia coalizione, guidata dal candidato a sindaco
Stella, vinca.
Per il problema dell’inquinamento, chiediamo che venga predisposta una
commissione d’inchiesta per studiare se esiste un legame tra l’aumento delle
malattie tumorali e l’inquinamento del nostro territorio
Per i giovani, rivendichiamo il ripristino di spazi in disuso, da destinare
alle nuove generazioni per essere utilizzati come luoghi di aggregazione. La
riapertura del cinema Antares.
Per Castel Sindici proponiamo la riapertura del parco in modo che possa essere
frequentato da tutti, installando un chiosco nel periodo estivo. Sempre per il
periodo estivo,il castello, gestito interamente dal comune, deve essere
affittato per cerimonie e banchetti, al fine di rilanciare il turismo a
Ceccano. Nel periodo invernale, invece, tale struttura potrebbe essere
affittata per convegni e conferenze. All’interno dello stesso chiediamo di
intitolare una sala al poeta che lo frequentò: Gabriele d’Annunzio>.

Menu