mercoledì 9 gennaio 2013 redazione@ceccano24.it

CECCANO: mezzo pubblico stracolmo di studenti, ragazza sviene. Soccorsa dal 118

Riceviamo e pubblichiamo da Antonio Nalli

Nell’odierno pomeriggio, una studentessa dell’Istituto Alberghiero di Ceccano, ha accusato un malore ed è svenuta all’interno del bus che doveva riportarla a casa. E’ accaduto a Ceccano, nei pressi della fermata di via Giacomo Matteotti e si è reso necessario l’intervento degli operatori sanitari del 118. Il malore è stato causato principalmente dalla calca di ragazzi ammassati all’interno dello stesso.

Alla sola vista, l’autobus, che in questo caso faceva capolinea a Latina, transitando dapprima per la cittadina di Priverno, dalla quale provengono proprio molti studenti dell’Istituto Alberghiero ceccanese, mostrava lo scandalo del trasporto pubblico locale, in quanto stracolmo di ragazzi, tutti accalcati uno sopra l’altro. Ma la cosa preoccupante è che non si tratta di un caso isolato. La maggior parte dei mezzi di trasporto che vengono utilizzati quotidianamente dagli studenti, in modo particolare per le tratte che coinvolgono i comuni di Amaseno, Castro dei Volsci, Ceccano, Giuliano di Roma, Villa Santo Stefano e Priverno, sono pochi ed inadeguati.

Invito ufficialmente il Sindaco di Ceccano, l’Avvocato Manuela Maliziola, ad unirsi ai Dirigenti Scolastici di tutti gli istituti della città di Ceccano ed ai rispettivi Sindaci dei Comuni precedentemente elencati, per rendere noto dell’accaduto il Prefetto della Provincia di Frosinone e diffidare quanto prima l’azienda Cotral, che deve predisporre in queste tratte, mezzi maggiormente adeguati e con numero di posti a sedere superiori a quelli attualmente in dotazione.

Di grande utilità potrebbero rivelarsi per questi tragitti, gli stessi mezzi a due piani del Cotral, utilizzati per la linea Frosinone – Roma Tor Vergata. Per quale motivo non vengono utilizzati? Al tempo stesso invito l’assessore provinciale ai trasporti pubblici a fornire le dovute spiegazioni per l’accaduto, in quanto mi risultano precedenti lamentele, già formulate sia da alcuni Sindaci che dagli stessi rappresentanti degli Istituti Superiori. Augurando una pronta guarigione alla studentessa coinvolta e dimostrando la mia solidarietà a tutti gli autisti Cotral, che si ritrovano a dover lavorare in queste condizioni, facilmente riassumibili in vergognose, auspico che la problematica possa risolversi quanto prima e che non debbano ripetersi di nuovo episodi di questo tipo!

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA