8 novembre 2012 redazione@ciociaria24.net

CECCANO – Revocata Ordinanza di divieto di utilizzazione dell’acqua in alcune zone della città

Vista la comunicazione della Azienda Unità Sanitaria Locale Frosinone, prot. n. 1590/2012 del 03/11/2012, pervenuta con fax datato 03/11/2012 dalla quale si evince l’esito dei risultati delle analisi di campioni di acqua destinata al consumo umano con giudizio di non potabilità.

Vista l’ordinanza sindacale n. 154 del 03/11/2012 di divieto di utilizzazione dell’acqua, ai soli fini del consumo umano alle zone sotto elencate:

– Via Pisciarello;

– Piazza Berardi;

– Via Per Frosinone (da Borgo Berardi e fino a Villaggio Unrra);

– Vicolo Borgo Berardi;

– Via Marano (da Borgo Berardi  fino all’incrocio con Via Ponticino);

– Via San Francesco (da Via Ponte  fino al sottopasso Ferroviario);

– Via Principe Umberto;

– Via Gaeta (dall’incrocio con Via Principe Umberto fino alla Dolciaria Ceccanese);

– Via Anime Sante (da Piazza Berardi fino al distributore Tamoil);

– Via Casette (dall’inizio fino al Centro Meccanografico ex Annunziata).

Vista la comunicazione della A.U.S.L. di Frosinone pervenuta con fax datato 8.11.2012 acquisita al protocollo dell’ente con il n. 23110  del 8.11.2012, dalla quale risulta che i campioni di acqua prelevati in data 8.11.2012 presso la fontana pubblica sita in Via per Frosinone di fronte alla farmacia sono risultati conformi ai sensi del D.Lgs 31/2001, con invito alla revoca dell’Ordinanza sindacale n. 154/2012;

Visto il D.Lgs 2 febbraio 2001 n. 31 relativo alla qualità delle acque destinate al consumo umano;

Visto l’art. 50, commi 5 Decreto Legislativo del 18 agosto 2000;

Considerato che, a seguito delle nuove analisi, non sussistono più le esigenze poste alla base dell’ordinanza n. 154/2012;

ORDINA

Di revocare, per le motivazioni di cui alle premesse, il divieto di utilizzo per il consumo umano dell’acqua nelle zone sotto elencate (disposto con ordinanza n. 154/2012):

– Via Pisciarello;

– Piazza Berardi;

– Via Per Frosinone (da Borgo Berardi e fino a Villaggio Unrra);

– Vicolo Borgo Berardi;

– Via Marano (da Borgo Berardi  fino all’incrocio con Via Ponticino);

– Via San Francesco (da Via Ponte  fino al sottopasso Ferroviario);

– Via Principe Umberto;

– Via Gaeta (dall’incrocio con Via Principe Umberto fino alla Dolciaria Ceccanese);

– Via Anime Sante (da Piazza Berardi fino al distributore Tamoil);

– Via Casette (dall’inizio fino al Centro Meccanografico ex Annunziata).

All’Acea Ato 5 Spa Gestore S.I.I. di informare la popolazione tramite ogni forma di pubblicità ritenuta idonea allo scopo;

Copia della presente Ordinanza va notificata all’Acea Ato 5 di Frosinone con sede in Viale Roma snc, alla AUSL di Frosinone – Servizio Igiene Pubblica, al III Settore LL.PP., ed al VI Settore Polizia Municipale.

Ai sensi degli art. 3 quarto comma, e 5, terzo comma, della Legge 7 agosto 1990, n. 241 avverte: Responsabile del Procedimento è il Dirigente del III Settore Arch. Frank Ruggiero.

Contro la presente Ordinanza è ammesso, nel termine di 30 giorni dalla pubblicazione all’albo Pretorio, ricorso al Ministro dei Lavori Pubblici (D.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199), oppure in via alternativa, ricorso al T.A.R. del Lazio nel termine di 60 giorni dalla suddetta pubblicazione (Legge 6 dicembre 1971, n. 1034).

Il Sindaco Manuela Maliziola

Menu