Ciotoli: «Ormai neanche più Caligiore crede alle sue promesse»

Ad un anno esatto dall’insediamento dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Roberto Caligiore, crediamo che sia ormai chiaro a tutti che Ceccano, rispetto a 12 mesi fa, è una città nettamente peggiorata. Dovrebbe essere chiaro anche per lo stesso Caligiore, partito tra squilli di trombe e proclami che a questo punto sono in netto contrasto con la realtà dei fatti, che smentiscono in continuazione le sue parole.

La verità è che esiste l’imbarazzo della scelta tra tutti i fallimenti di questa squadra così sprovveduta ed incapace, dal decoro alla barzelletta della risoluzione del contratto con il gestore idrico, dai lavori senza evidenza pubblica al disinteresse per settori nevralgici come il commercio, dal bilancio approvato con il parere contrario dei revisori ai bandi milionari clamorosamente ciccati per manifesta impreparazione.

Non è stato risparmiato nemmeno il Servizio Civile! In questo caso, Caligiore si affrettò a definire ‘sciacalli’ coloro che portarono all’attenzione dei cittadini questo tema. Oggi che, effettivamente, i timori sull’assenza di progetti da parte dell’amministrazione si sono avverati, il sindaco ha pensato bene di rimanere in silenzio. Quelli che lui ha chiamato ‘sciacalli’, dunque, non sono altro che cassandre inascoltate.

Del resto, un sindaco che non ha voluto rinunciare alla sua professione, trasformandosi nei fatti in un sindaco part-time, non potrebbe mai essere materialmente in grado di gestire un ruolo che, a nostro parere, dovrebbe assorbire la totalità del suo tempo e non solo una parte. È inutile affermare di essere a disposizione dei cittadini 24 ore al giorno se poi ci si smentisce subito dopo. A noi, che assistiamo da un anno a questo teatrino, non resta che attendere quali nuove promesse, quali nuovi annunci Roberto Caligiore o la sua maggioranza comunicheranno urbi et orbi. Un metodo amministrativo, il loro, esclusivamente costruito sulle apparenze ma che, ne siamo certi, segnerà anche il loro inevitabile tramonto.

Antonello Ciotoli, componente della Sezione ‘Pertini’ del PSI di Ceccano.

Menu