martedì 19 maggio 2015 redazione@ceccano24.it

Cittadini isolati da 100 giorni a causa di una frana: l’appello di Falvaterra

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa a firma di Luciano Di Pietrantonio, che segnala una forte criticià per i cittadini di Falvaterra, bellissimo piccolo centro della nostra provincia, rivolgendosi alle istituzioni regionali.

«Cresce il malessere, la rabbia e la protesta di tanti cittadini del Comune di Falvaterra (FR), perché sono passati oltre 100 giorni da quando una frana ha causato la chiusura di una strada, determinando di fatto la divisione del paese in due, con forti disagi e divieti per i residenti. Infatti il 5 febbraio scorso, il crollo di un tratto di muro a sostegno della strada provinciale Falvaterra – Pastena, all’incrocio con la strada comunale di via Montelungo, che non ha creato danni a persone, ma ora è transennata, a causa del cedimento strutturale, con divieto assoluto al traffico di automobili e di persone.

Questa strada rappresenta anche l’unico accesso sia al centro abitato, che all’ Ufficio Postale del Comune, oltre a rappresentare l’unica possibilità per l’approvvigionamento ai depositi GPL, il cui rifornimento è essenziale per il servizio di distribuzione del gas nel Centro Storico di Falvaterra. La chiusura e la conseguente impraticabilità di via di Montelungo, determina notevoli e gravi difficoltà alla popolazione residente, composta in gran parte di anziani non autosufficienti, malati e disabili.

Questo stato di cose ha reso tutta l’area abitata isolata, rendendo non agibili i possibili interventi per far fronte a situazioni di pericolo e per prestare soccorsi (come Vigili del Fuoco e Autoambulanze), oltre al mancato collegamento viario con l’Ufficio Postale, raggiungibile unicamente con una scalinata di oltre un centinaio di gradini. Ad oggi nulla è cambiato rispetto la frana, malgrado il tempestivo intervento del Sindaco di Falvaterra, per far ripristinare e mettere in sicurezza la strada, nei confronti della Regione Lazio, del Genio Civile e del Prefetto di Frosinone. Il Genio Civile ha fatto immediatamente un sopralluogo riscontrando la drammaticità della situazione stradale ed ha informato la Direzione Regionale della Regione Lazio Infrastrutture e Ambiente, sui lavori da fare per tornare alla normale viabilità.

Chi deve intervenire della Regione Lazio? A chi spetta decidere, per risolvere questa situazione, serve un intervento di “somma urgenza”? La pazienza ha sempre un limite, come per tutte le persone di buon senso, anche per i cittadini del Comune di Falvaterra, e per coloro che ritornano in questo periodo, per passare le ferie estive nel comune ciociaro. E’ possibile risolvere con rapidità questo stato di cose, anche se sono passati, già oltre 100 giorni, dall’evento del dissesto, senza atti e manifestazioni di protesta o prima che succeda qualche caso clamoroso che coinvolga persone a rischio?»

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA