3 novembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Commemorazione del 4 Novembre. Ceccano celebra il 70° anniversario del bombardamento.

Un rombo di aerei ed il cielo si oscurò, fra i ceccanesi iniziarono momenti di terrore cui seguirono morte e disperazione. Il 3 Novembre di settant’anni fa la città di Ceccano subì il bombardamento del secondo conflitto mondiale. Una ferita nella storia della comunità che presenta ancora testimoni oculari di quei tragici fatti. E’ in occasione della commemorazione del 4 Novembre, giorno dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, che Ceccano celebra anche il 70° anniversario del bombardamento della chiesa di Santa Maria a Fiume e San Pietro. Furono diciotto le vittime tra i ceccanesi quel 3 Novembre del 1943. Molti dei quali rimasero feriti e ancora oggi portano i segni di un conflitto mondiale cui seguirono fame e miseria. Il sindaco Manuela Maliziola e l’Amministrazione tutta invitano la comunità a partecipare alla commemorazione che vedrà la presenza delle Autorità Civili e Militari. In prima fila ci saranno anche gli studenti delle scuole al fine di tramandare alle nuove generazioni il ricordo della guerra e della distruzione che ne seguì. Alle 10.30 è in programma la Santa Messa nella Collegiata di San Giovanni Battista in suffragio delle vittime di tutte le guerre; Alle 11.15 in Piazza Municipio seguirà la deposizione di una corona di alloro alla lapide del martire delle Fosse Ardeatine “Luigi Mastrogiacomo”; alle 11.30 il corteo, accompagnato dalla Banda Musicale di Ceccano, sfilerà da Piazza Municipio a Via San Pietro dove avverrà la deposizione di una corona di alloro alla stele delle vittime civili del bombardamento di Ceccano. Alle 11.45 il corteo si sposterà in  Piazza XXV Luglio  per deporre  la corona di alloro al monumento ai caduti dove seguirà il discorso del sindaco Manuela Maliziola.

Menu