23 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

Crollo del PalaTiberia: è solo colpa della neve. Chiesti i danni alla Regione e non ai progettisti.

Il PalaTiberia è crollato per colpa della neve ed il Comune di Ceccano chiede alla Regione Lazio il rimborso dei danni causati. Questo è quanto ha riferito nella mattina odierna l’assessore al patrimonio comunale, Giulio Conti. La Giunta Comunale nei giorni scorsi avrebbe già votato una delibera di richiesta di risarcimento per i danni, indirizzandola al Governatore Renata Polverini. Atto deliberativo che purtroppo non possiamo riportare materialmente, in quanto sull’albo web del sito internet istituzionale dell’Ente, non sono al momento più reperibili proprio le delibere di giunta.

Dunque il crollo della copertura del PalaTiberia, stando alla volontà espressa dall’amministrazione comunale, per voce dell’Assessore Giulio Conti, sarebbe da imputare alla sola precipitazione nevosa. Nessuna menzione, infatti, sarebbe stata fatta sulle responsabilità progettuali della struttura pubblica, la cui copertura, come del resto ha ribadito proprio nei giorni scorsi lo stesso Sindaco Antonio Ciotoli, era stata collaudata per un peso di 80 kg a metro quadrato di superficie.

Si evince a questo punto che la volontà degli amministratori sia solo ed esclusivamente quella di non addebitare ad altro ed altri le possibili cause dell’accaduto e le responsabilità. Perché? Perché la Regione Lazio e dunque tutti i cittadini residenti nel territorio della stessa, dovrebbero farsi carico con le proprie tasse, della ricostruzione di un impianto sportivo che invece potrebbe essere stato mal progettato? Quali interessi si stanno nascondendo dietro questa vicenda ed eventualmente, chi e cosa si sta cercando di “coprire”?

Antonio Nalli

Menu