22 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

Domani la presentazione ufficiale di Ruspandini come candidato unico del PDL e del Centrodestra

Il centrodestra, unito e determinato, è pronto per ufficializzare la candidatura dell’assessore provinciale Massimo Ruspandini a sindaco di Ceccano per le elezioni del prossimo 6 maggio. L’investitura avverrà domani pomeriggio (giovedì 23 febbraio) alle 18 presso il ristorante “L’Impero” in località Cantinella. Testimonianza concreta ed eloquente della compattezza del PDL e della coalizione di centrodestra, quella che a ragione è stata definita “la più forte di sempre messa in campo nella città fabraterna”, sarà la presenza dei vertici provinciali e regionali del Popolo della Libertà, di cui Ruspandini è espressione ed elemento di punta. Al “battesimo” presenzieranno infatti Vincenzo Piso, coordinatore regionale del Pdl; Alfredo Pallone, vice coordinatore regionale del partito ed eurodeputato; Antonello Iannarilli, presidente della Provincia; Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio; Annalisa D’Aguanno, vicepresidente della commissione regionale Lavoro; Adriano Roma, vicecoordinatore provinciale del Pdl oltre, ovviamente, a tutti i rappresentanti provinciali e locali dei partiti che compongono la coalizione scesa in campo a sostegno di Ruspandini. Questo a sottolineare di come, a dispetto di quanto dica qualche voce, il partito sia tutto unito e convinto intorno a questa scelta. Accanto a loro i coordinatori, i rappresentanti e i componenti delle numerose liste, di partito e civiche, che hanno scelto di sostenere Ruspandini nella corsa per Palazzo Antonelli, tutti convinti che il progetto di rinnovamento che si incarna nelle fattezze dell’assessore provinciale sia l’unico in grado di far rinascere Ceccano.

Così come radicata è la convinzione che mai come stavolta la vittoria per il centrodestra ceccanese, finalmente unito e stretto intorno a Ruspandini, sia davvero possibile e a portata di mano, tanto più alla luce dei disastri compiuti dalle amministrazioni di centrosinistra che in tanti anni hanno saputo solo trasformare Ceccano in un quartiere di Frosinone e della cui inefficienza è simbolo assai espressivo il recente e nefasto crollo del Palazzetto dello Sport.

Non va neppure dimenticato che Ruspandini, oggi unico candidato del centrodestra, è stato il solo ad aver chiesto le primarie anche a Ceccano, consultazione poi resa inutile dalla mancanza di competitor. Così come va tenuto conto che a questa consultazione Ruspandini si presenta forte di due altri elementi: i numeri entusiasmanti ottenuti con il recente tesseramento che hanno confermato la straordinaria forza del Pdl, numeri che di fatto hanno consegnato a Ruspandini un’investitura dal basso, voluta dalla gente che in lui vede la possibilità di una vera svolta, e poi, conseguenzialmente, il radicamento sul territorio sollecitato dal segretario nazionale del Pdl Angelino Alfano e tradotto in realtà dalla straordinaria squadra messa in campo da Ruspandini. Una squadra giovane, composta da persone dinamiche e preparate, che fanno politica per passione e che nella politica credono. Persone nuove che vogliono la rinascita di Ceccano. Un progetto che alle 18 e un minuto di domani, dopo l’ufficializzazione della candidatura di Ruspandini, inizierà a concretizzarsi. Ruspandini e la sua coalizione sono pronti a voltare pagina. Ceccano attende la svolta.

Menu