28 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

Ecco le Primarie di Ceccano2012 – Idee in Movimento

Mentre i professionisti della politica abbelliscono i loro discorsi con promesse di democrazia diretta, “primarie”, giusto per svecchiare i loro programmi elettorali, un gruppo di cittadini finanziati solo dalla propria buona volontà ha deciso, il 3 e 4 marzo, di scardinare le tattiche scontate imbastite dai notabili di sempre.

Senza pretese di onnipotenza, il gruppo Ceccano 2012 – Idee in Movimento, ha intenzione di mettere in atto la sua strategia all’insegna dell’onestà e della partecipazione, quelle vere e autentiche. I pre-candidati scelti con metodo democratico dagli aderenti al Movimento: Salvatore Proto, Serena Maura e Pietro Masi saranno eleggibili alla carica di Sindaco da tutti i cittadini di Ceccano che vorranno partecipare presso la sede di Via Gramsci, 61 (zona Madonna Della Pace, accanto al Conad Margherita) diventata il quartier generale di una rivoluzione culturale in atto. Sarà possibile votare sabato 3 marzo dalle 10,30 alle 12,30, poi, dalle 15,00 alle 19,00 e Domenica 4 marzo dalle 10 alle 12,30. Al termine delle operazioni di voto avverrà lo scrutinio dal quale uscirà il nome del candidato a Sindaco del gruppo, che concorrerà alle elezioni comunali del prossimo 6 e 7 maggio.

Il gruppo infatti ha deciso di intraprendere la strada delle primarie perché ritiene che sia essa l’unico strumento di democrazia partecipata che può invertire il pregiudizio sulla politica del “così fan tutti” e rilanciare la corretta amministrazione del territorio attraverso il merito e la competenza. Mentre gli altri partiti e liste civiche hanno calato dall’alto i nomi dei candidati, seguendo spesso le gerarchie provenienti dagli ordini delle segreterie provinciali o regionali, Ceccano2012 punta a costruire dal basso una coscienza nuova, attraverso la partecipazione dei cittadini a un meccanismo democratico che altri hanno tanto promesso quanto disatteso: è dalle primarie che il gruppo dimostra di essere in movimento, consapevole che Ceccano vuole, può e deve cambiare. “Libero da qualsiasi compromesso politico”, “Tutti possono offrire un contributo valido attraverso la partecipazione attiva alla vita pubblica” e ancora “Per non perdere di vista l’interesse collettivo e non cadere nella politica dei personalismi”. Queste sono alcune delle parole dei cittadini che dimostrano con la propria candidatura la voglia di concretizzare il progetto cui hanno lavorato insieme a tanti altri, negli ultimi 6 mesi. Niente più programmi scritti tanto per riempire qualche volantino senza nessuna idea; al loro posto Ceccano 2012 propone un progetto ponderato in cui ogni punto è sostenuto dal dibattito interno perseguendo l’obiettivo fondamentale della sostenibilità economica. In questo modo semplici cittadini danno lezioni alla politica ufficiale, immaginando che, con mezzi semplici e tanto impegno, sia possibile maggiore chiarezza nelle delibere di giunta municipale, oppure la riprogettazione del sistema sanitario locale, o ancora pensare un piano energetico per arrivare all’autosufficienza energetica. Al servizio delle idee un capitale umano d’eccellenza, non tanto tecnici quanto piuttosto persone che hanno deciso di interrompere il circolo vizioso che ha visto sempre i cittadini come sudditi per tornare protagonisti della vita civica.

Menu