Elezioni amministrative CECCANO 2012 – Angelo Incitti durissimo: “Le 10 nefandezze perpetrate da Ciotoli ai danni dei giovani”

Chiunque tra i candidati a Sindaco andrà ad amministrare Ceccano per i prossimi cinque anni, non dovrà più consentire quello che i componenti dell’amministrazione Ciotoli sono stati capaci di trascurare. Le nefandezze perpetrate nella totale indifferenza delle istanze di noi giovani sono – purtroppo – sotto gli occhi di tutti ancora oggi. E, per quanto ci siamo dovuti abituare all’indifferenza amministrativa, usata dagli uomini del palazzo come modo insensibile per rispondere alle richieste di noi giovani cittadini, crediamo sia oggi giunto il momento per lanciare un nostro appello almeno per il decoro che per tutti noi Ceccano merita.

Provocatoriamente abbiamo redatto una classifica su cui riflettere che vogliamo condividere con tutti i cittadini perché dà veramente il senso di come finora è stato amministrato senza amore lo sviluppo del nostro paese. Al primo posto non possiamo non mettere la tristissima vicenda del crollo del Palazzetto dello Sport, sulla cui situazione è bene che chi ha competenza inizi ad indagare. Al secondo posto mettiamo invece la Mediateca, chiusa, abbandonata ed inattiva dopo oltre 14 mesi di completa assenza di risposte alle nostre domande con tanto di auditorium dedicato alla memoria di Peppino Impastato, dimenticato persino nelle celebrazioni di questi giorni.

Il terzo va all’ex-sito industriale dell’Annunziata, vero fantasma da incubo al centro della città. Al quarto, invece, non può che andare l’ex-Ospedale di Via Roma lasciato in pieno centro cittadino nella più totale decadenza. Merita il quinto posto anche l’altra più nota struttura ospedaliera incompiuta di Via Morolense, autentica cattedrale di quel deserto in cui al sesto posto mettiamo, con amarezza, il cinema teatro Antares, vittima della scarsa preparazione di chi amministrativamente parlando ha perso ogni occasione per renderlo un riferimento culturale per la nostra città.

In settima posizione va il Parco Astronomico da tempo impraticabile e tra l’altro unico in tutta Europa, ma ovviamente per chi ha amministrato Ceccano, la nostra città in Europa di sicuro non c’è mai stata. All’ottavo posto c’è poi la dimenticata Aula Multimediale di Via S. Sebastiano, struttura in cui erano presenti postazioni internet gratuite per noi giovani ed invece da quasi due anni chiusa ed utilizzata come magazzino per chissà che.

Al nono posto poi l’assenza totale oggi dell’Ufficio Informagiovani, prima perfettamente funzionante presso la Mediateca ed oggi inspiegabilmente soppresso e al decimo mettiamoci gli spazi verdi, come l’Ortus Conclusus perennemente chiuso e quindi non godibile dai cittadini, la Villa Comunale senza nessuna custodia e i trascurati “giardinetti” di Viale della Libertà.

Questa è la nostra classifica dell’indifferenza per la quale chiediamo ora attenzione e non più assenza di comunicazione da parte della futura Amministrazione che verrà e per la quale siamo fin d’ora disponibili ad offrire collaborazione, perché crediamo davvero che Ceccano ha pieno diritto di essere protagonista nell’illuminata era digitale del III millennio, e non restare in quell’oscuro Medioevo dove finora è stata tenuta. (nella foto alcuni membri dell’Ass.ne Studenti Ceccano al Primo Maggio a Roma)

Associazione Studenti Ceccano
Angelo Incitti

Menu