Elezioni Ceccano 2012 – Presentata la lista del Pdl

<E’ giunta l’ora di cambiare. E’arrivato il momento di restituire a Ceccano la dignità di una città vera, città che oggi non è più per colpa di decenni di disamministrazione del centrosinistra. E’ ora che Ceccano e la sua popolazione inizino un percorso di rinascita. Obiettivi che solo con la vittoria di Massimo Ruspandini potranno essere centrati. Io, che di Ceccano sono amico da sempre, ne sono certo. Il Pdl ne è convinto. Per questo siamo qui, per questo lo sosterremo senza risparmio di energie>.

Così si è espresso stamattina (domenica 15 aprile) l’eurodeputato del Pdl Alfredo Pallone in occasione della presentazione ufficiale dei componenti la lista del Pdl svoltasi presso “L’Infinito caffè”. Un “battesimo” di alto profilo, avvenuto alla presenza dei big del partito: oltre al parlamentare europeo, infatti, c’erano anche il vicepresidente della Commissione regionale Lavoro Annalisa D’Aguanno, i commissari Adriano Roma e Alessandra Di Legge, oltre, ovviamente, al candidato sindaco Massimo Ruspandini e ai 16 candidati del Pdl ceccanese.

<La svolta – ha proseguito Pallone – è davvero vicina. I cittadini di Ceccano hanno compreso che solo con Ruspandini la città può risorgere. Questa voglia di cambiamento si sente nell’aria, si respira tra la gente, come dimostrato anche dalla straordinaria adesione al progetto di Massimo che, unico tra i cinque candidati, è riuscito a mettere in campo ben otto liste, fra cui diverse “civiche” ed una, davvero preziosa, composta di sole donne. Ceccano deve cambiare passo: il fallimento dei vecchi amministratori è sotto gli occhi di tutti, basti pensare al Palasport miseramente crollato per la neve, alle incompiute, al degrado urbanistico, alla mancanza di un’identità di città. E poi – ha concluso Pallone – non dimentichiamo che l’attuale sindaco di Ceccano non è mai venuto a bussare in Europa per avere i fondi, che pure c’erano, necessari a creare sviluppo e occupazione, laddove oggi più che mai occorre lavorare in sinergia con gli altri Enti>.

E proprio sul concetto di “filiera” si è soffermata Annalisa D’Aguanno: <Nell’attuale fase economica – ha evidenziato il consigliere regionale del Pdl – è indispensabile interloquire con tutti i soggetti in grado di aiutare economicamente i comuni a realizzare i propri progetti. In tal senso sono sicura che, una volta eletto sindaco,  Massimo Ruspandini saprà sfruttare al meglio questa chance mettendo a frutto gli ottimi rapporti che ha con la Provincia, la Regione e il Parlamento europeo, come del resto dimostra la nostra presenza qui, oggi, al suo fianco. Personalmente – ha proseguito la D’Aguanno – sono orgogliosa dell’ottimo lavoro che Massimo ha fatto e sta facendo, come assessore provinciale e come candidato Sindaco. Il Pdl l’ha sostenuto e lo sostiene, certi che solo lui sia in grado di centrare una vittoria storica e, subito dopo, di risollevare le sorti di una città massacrata da decenni di pessima gestione del centrosinistra. Con lui ci sono ben otto liste che rappresentano tutta la società civile, trasversali, motivate e fra queste una parola in più voglio spenderla per la lista “Donne per Ceccano”, vero fiore all’occhiello della coalizione. Quanto ai veleni – ha sottolineato l’onorevole – lasciamoli agli altri: noi continuiamo a parlare di programmi>.

Adriano Roma e Alessandra Di Legge hanno messo in risalto <l’entusiasmo crescente intorno a Ruspandini e alle liste che lo sostengono>, ma anche <la necessità di impegnarsi a fondo fino all’ultimo giorno di campagna elettorale per conquistare una vittoria ormai a portata di mano>.

Infine il candidato sindaco: <E’ un momento storico per Ceccano e il centrodestra – ha esordito Massimo Ruspandini – abbiamo schierato la coalizione più forte di sempre, la migliore, l’unica davvero nuova e capace di imprimere la svolta alla città, mentre Ceccano ha la straordinaria chance di gettarsi alle spalle decenni di cattiva amministrazione e di rinascere. Noi pensiamo al recupero dell’ex Annunziata e dell’ospedale di via Morolense e diciamo basta con i lampioni e l’asfalto elettorali. La città ha tanti problemi e tante sofferenze e merita di più. Più di un Palasport che si sbriciola sotto la neve mentre i fienili restano in piedi. Stiamo entrando in zone prima “blindate”, dove oggi ci accolgono con entusiasmo, e questo è il segno più chiaro della voglia di cambiamento. La vittoria è ad un passo, possiamo farcela al primo turno ma se vinciamo al secondo andrà bene ugualmente. Perché con noi non vincono solo Ruspandini e il centrodestra ma vince tutta Ceccano>.

I NOMI DEI CANDIDATI DEL PDL: Caligiore Roberto; Tiberia Fiorella; Del Brocco Riccardo; Massa Antonio; Peruzzi Domenico; Savy Roberto; Speranzini Francesco; Mastrilli Bruno; Mingarelli Lorenzo; Campoli Antonio; Pizzuti Luca; Carlini Domenico; Leo Marika; Leo Giuseppe; Micheli Marco; Tomassi Antonio.

Menu