31 dicembre 2011 redazione@ciociaria24.net

I ceccanesi hanno vinto la scommessa della differenziata

Certo,  ci sono ancora cosa che non vanno: non si sa bene dove sia l’isola ecologica, non ci sono i cestini per le strade, non ci sono i contenitori per alcuni rifiuti speciali ma c’è soprattutto il grande impegno civico dei Ceccanesi. Confesso di esserne rimasto meravigliato ed ammirato: migliaia di famiglie disciplinate a riempire ed esporre i secchielli giusti a seconda del giorno. Nessuno spargimento selvaggio dell’immondizia. Quasi completamente scomparse le discariche che costellavano il territorio comunale.

Sono le famiglie ceccanesi ad aver vinto la scommessa della raccolta differenziata e andrebbero pubblicamente ringraziate!

Ora, sulla ditta appaltatrice si addensano le nubi di un’indagine giudiziaria che speriamo non riguardi anche la nostra città. L’amministrazione ha però un dovere ulteriore: quello di salvaguardare il grande valore civico della raccolta differenziata che ha visto migliaia di cittadini ceccanesi condividere l’obiettivo di rendere migliore la città ed impegnarsi quotidianamente per farlo.

Guai se il malfunzionamento della raccolta o la scoperta di qualche illegalità portasse ad un’amara delusione. Guai!

Si cominci intanto a diffondere i dati: quanta plastica, quanta carta, quanto vetro sono stati sottratti alle discariche e avviati ai percorsi di riciclo. Il Comune, anzi i ceccanesi, stanno pagando un sito www.ceccanosostenibile.gov.it: mettiamo lì i dati progressivi della fraccolta, tutti vedrebbero così il frutto del proprio impegno.

 

Pietro Alviti

Menu