sabato 8 settembre 2012

Internet e Ceccano, il luogo delle antitesi (di Pietro Alviti)

Ci sono aziende di giovani che producono applicazioni per iphone, scuole che utilizzano internet come strumento quotidiano per la didattica, una rete in fibra ottica che collega i vari uffici del comune, con i cavi interrati già da diversi anni e poi non ci sono zone wi fi, non c’è un solo bar che offra il wi fi come servizio aggiuntivo, intere contrade non hanno la disponibilità dell’ADSL perché telecom utilizza ancora centraline antidiluviane, senza che mai qualcuno l’abbia sollecitata a fare gli investimenti necessari, il sito del comune è praticamente inutilizzabile, mentre quello sullo sviluppo sostenibile, sempre pagato dal comune è tra i più belli, come quello del Castello dei Conti, ora chiuso.

Questa è Ceccano, città delle contraddizioni totali. invece di sedersi attorno ad un tavolo e studiare le necessità della città tutto è occasione di polemica anche un’innocua rete wi fi in grado di far viaggiare qualche smartphone e qualche tablet: Amaseno ce l’ha già attiva da anni, come pure altre città in provincia di Frosinone. L’improvvido e forse poco informato intervento censorio dell’ex sindaco Maurizio Cerroni sull’intenzione dell’amministrazione Maliziola di creare una rete wi fi per le piazze di Ceccano potrebbe essere però l’occasione per cominciare a ragionare sull’opportunità di avviare il cambiamento di Ceccano proprio dalla connettività.

Perché la potenza della rete internet in fibra ottica a disposizione del comune non viene estesa anche alle istituzioni scolastiche costrette a svenarsi per acquistare banda? Perché il comune non assume un’iniziativa nbei confronti di telecom perché in tutte le abitazioni di Ceccano possa esserci la possibilità dell’Adsl? Ma per far questo bisogna riunire un gruppo di persone esperte sulle reti informatiche e magari non affidare una decisione tecnica ad una commissione consiliare che potrebbe non avere la minima idea dell’architettura di una rete wi fi.

Avanti, potrebbe essere un’occasione da non perdere per cambiare Ceccano: il futuro è nelle reti digitali e chi avrà infrastrutture solide potrà consentire alle aziende e alle imprese personali di svilupparsi più facilmente di altre. Ora Ceccano ha l’opportunità di riflettere su come abbattere il digital divide, la differenza nella disponibilità della rete internet che può essere decisiva nell’incremento delle possibilità di un territorio. Non lasciamo passare il tempo opportuno.

Pietro Alviti’s weblog

Ben 400 vetture disponibili a prezzi vantaggiosissimi dal 14 al 22 Aprile.

Cassino, violenta la compagna incinta senza nessuna pietà. Arrestato un 22enne
14 ore fa

FROSINONE TODAY - Non aveva "compassione" della compagna nanche con il bimbo nel grembo e continuava a picchiarla e violentarla per futili motivi ...

Omicidio Morganti, parla la sorella Melissa: "stiamo facendo di tutto per non far spostare il processo"
17 ore fa

FROSINONE TODAY - "Ci hanno assicurato che il processo verrà celebrato a Frosinone. Però manca ancora l'ufficialità. I giudici della Corte di Cassazione ...

Cialone mette... un piano. E rivela: «Ecco perché dicemmo no a Londra rimanemmo a Ferentino»
10 ore fa

ALESSIO PORCU - La storica azienda di trasporti di Ferentino annuncia la nuova partnership con Flixbus. Sessanta assunzioni. Il ritorno al Tpl con ...