30 ottobre 2013 redazione@ciociaria24.net

Interpellanza del Consigliere Roberto Caligiore sulla Delibera n. 303

“Per l’ennesima volta devo constatare che tra il DIRE ed il FARE c’è una differenza abissale e che mina seriamente la credibilità politica del Sindaco, della Giunta e della maggioranza tutta. In questi giorni stiamo assistendo ad un dibattito politico accesso a causa della revisione delle tariffe della mensa scolastica e dello scuolabus; dibattito dove abbiamo più volte rimarcato l’esigenza, da parte del Sindaco e della Giunta Comunale, di chiarire le proprie priorità amministrative, visto che l’aumento di tali tariffe poteva essere evitato se il Comune avesse deciso di compartecipare nel costo del servizio in maniera più fattiva: la risposta è stata che le casse comunali sono in sofferenza.

Alla luce di tutto ciò mi domando come mai poi, con la Delibera di Giunta Comunale nr. 303 del 25.10.2013, si pensi ad istituire l’Ufficio Stampa Comunale, con costi aggiuntivi alla già esosa spesa per il mantenimento della macchina amministrativa. Mi spiace sentenziare che tutte le motivazioni espresse all’interno della stessa Delibera per giustificare l’istituzione di tale Ufficio, mi sembrano alquanto inconsistenti e pretestuose, anche perché fino ad oggi le attività dell’Ente e cioè: di informazione finalizzate a illustrare e favorire la conoscenza delle disposizioni normative al fine di facilitarne l’applicazione, di illustrare le attività delle istituzioni ed il loro funzionamento, di promuovere l’immagine dell’amministrazione conferendo conoscenza e visibilità ad eventi d’importanza non esclusivamente locali, di individuare e tradurre in forma giornalistica e divulgare ai mezzi di comunicazione tutto ciò che all’interno dell’istituzione rappresenta un’informazione che può avere valore di notizia, hanno sempre trovato spazio sui quotidiani locali utilizzando inoltre anche il sito internet istituzionale del Comune, grazie al lavoro puntuale del personale dei vari uffici ed all’Ufficio di Segreteria del Sindaco.

Quindi mi domando, visto che la necessità è quella di dotarsi di un ufficio stampa per avere uno strumento che contribuisca a migliorare i flussi comunicativi interni ed esterni e, vista la già grande dotazione di personale e mezzi da parte dell’amministrazione soprattutto per tale campo, non sembra eccessivo tutto ciò? Visto che la normativa prevede che il personale addetto all’ufficio stampa debba essere iscritto all’albo nazionale dei pubblicisti o dei giornalisti, siamo sicuri che all’interno dell’Ente non vi siano già tali competenze, evitando di conferire incarichi all’esterno o assumendo nuovo personale, così risparmiando ulteriori costi? Per finire, l’ennesimo schiaffo ai tutti i cittadini di Ceccano perché il soggetto che ricoprirà tale carica, addirittura un quadro D, non passerà nessuna selezione o concorso perché il Sindaco procederà in forma diretta alla sua individuazione! Si vuole forse privilegiare qualcuno, discriminando altri?
Rimango doppiamente rammaricato, sia per il modo in cui si sta gestendo la Cosa Pubblica, cioè sbandierando la Spending Review da una parte e poi comportandosi in maniera peggiore rispetto alla I^ Repubblica, sia per le tante chiacchere impartite ad arte dal Sindaco e dalla Giunta e da tutta la maggioranza sulla questione “Tariffe Mensa e Scuolabus” dove poi si scopre assumere un soggetto ed istituire un nuovo ufficio in un momento storico drammatico come questo. Ecco la vicinanza del Sindaco Maliziola alla città di Ceccano!”

Il Consigliere Comunale Roberto Caligiore

Menu