domenica 22 gennaio 2012

Isola ecologica: Ceccanesi rimbocchiamoci le maniche

Sono d’accordo con voi di idee in movimento quando parlate della discarica ora isola ecologica ma mi permetto di fare alcune riflessioni molto importanti per quanto mi riguarda il problema da voi commentato esiste da anni ma nessuno si èmosso ora bisogna ammettere che una decisione andava presa per cercare di far partire la raccolta differenziata forse sbagliata ma fatta quindi cerchiamo di vedere il bicchiere per una volta mezzo pieno togliamoci di dosso il catastrofismo politico che regna nella nostra citta dal dopoguerra cerchiamo di fare meno i tribuni e se veramente vogliamo bene alla nostra citta ma soprattutto ai nostri figli ed al loro futuro smettiamo di piangerci addosso e cominciamo a rimboccarci le maniche ma non come tutte le pseudo ass ambientalistiche che parlano il politichese ad esempio ben si è fatto per salvare il bosco faito ora parco regionale ecc. ma i capannoni dell’ex snia coperti con eternit sono ancora la e nessuno ne parla più ,la discarica in via anime sante sta li da anni come dite voi ma nessuno ne parla l’eco stazione una bellissima iniziativa ambientale acinquanta metri da un opificio fatisciente con una bomba ecologica a cui a nessuno è dato sapere se esplode quali conseguenze porterà un ospedale mai finito che giace li da anni e spero che un giorno crolli cosi potrmmo fare il museo dei soldi sprecati e tante altre cose che riguardano il decoro della nostra città dalla passerella sul fiume dove per usare le panchine bisogna accontentarsi di vederle nell’acqua (o liquame) perchè qualche persona educata ce le ha buttate.CARI CECCANESI NOI NON SIAMO SECONDI A NESSUNO MA DIMOSTRIAMOLO ALTRIMENTI DOBBIAMO SOLO STARE ZITTI E BUONI.Un saluto all’ultimo dei ceccanesi.

Malizia Domenico