1 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

La città di Ceccano perderà prossimamente il suo punto di recapito delle Poste Italiane

La città di Ceccano perderà prossimamente il suo punto di recapito che verrà trasferito, per decisione aziendale, presso la struttura del CPO di Frosinone sita in via Mascagni. La SLC CGIL sembra essere l’unica organizzazione sindacale all’interno dell’azienda Poste Italiane a preoccuparsi di mediare tra le esigenze di sicurezza dei lavoratori e le necessità di una città come Ceccano che perderebbe in questo modo una parte importante dei servizi al cittadino. La situazione è tale che inevitabilmente, se non viene studiata una soluzione ad hoc del problema, i disservizi potrebbero riguardare in realtà non solo i cittadini di Ceccano ma anche quelli dei comuni limitrofi quali Amaseno, Ripi, Arnara, Pofi, Madonna del Piano, Patrica, Supino, Giuliano di Roma, Vallecorsa, Villa Santa Lucia,Torrice, Castro dei Volsci, Strangolagalli per i quali il CPD rappresenta la struttura di raccordo dei relativi centri di recapito.

Il 03 Febbraio la SLC CGIL incontrerà i lavoratori che “subiranno” il trasferimento per confrontarsi sui problemi da affrontare e le possibili soluzioni, pronta a raccogliere i suggerimenti dei diretti interessati. All’assemblea parteciperà il Segretario Generale della CGIL di Frosinone Domenico De Santis che, anche in qualità di cittadino di Ceccano, è interessato al problema, nonché rappresentanti dell’amministrazione comunale di Ceccano.

La Segreteria SLC CGIL di Frosinone

Menu