5 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Le perplessità di Domenico Ciotoli sulla riunificazione del centro-sinistra a Ceccano

La riunificazione del centro sinistra che in questi mesi ha dato vita a non poche polemiche, sembra, si sia completata o meglio è quello che ci vogliono far credere.

Ritengo sia doveroso spendere qualche parola sull’attuale maggioranza; una maggioranza molto diversa da quella che ha portato alla vittoria della Maliziola, formata nel 2012 dai gruppi politici dei Socialisti, Insieme per Ceccano, Rifondazione comunista, Italia dei Valori, Impegno comune, SEL, Lista del Sindaco.

La riunificazione, a dir poco forzata, non deve servire esclusivamente a portare in maggioranza il Partito Democratico e lasciare a casa L’Italia dei Valori che ha contribuito alla vittoria della coalizione, appoggiando la Maliziola sin dal primo giorno di campagna elettorale, sottoscrivendo un programma elettorale ben articolato che a tutt’oggi ancora non riesco a capire se e quando sarà utilizzato.

Mi sovviene qualche domanda: Come mai l’Italia dei Valori e stata messa da parte e invece SEL pur non avendo un consigliere ha un suo rappresentante in giunta? Quali sono gli equilibri che fanno differenziare questo modo di procedere a dir poco grottesco? E’ la semplice rappresentanza politico-territoriale o abbiamo di fronte un sistema di politica clientelare?

In ogni caso a mio avviso è importante dare delle risposte a chi, come me, insieme agli altri membri dell’Italia dei Valori ha garantito impegno costante con iniziative politiche per il successo della compagine di centro sinistra, portando alla vittoria del Sindaco Maliziola.

Domenico Ciotoli

Menu