18 ottobre 2013 redazione@ciociaria24.net

Mense scolastiche: il Comune di Ceccano diffonde le tariffe onde evitare “inutili demagogie”

Il Sindaco Maliziola e l’Amministrazione del Comune di Ceccano comunicano che  il 21 ottobre p.v. riparte il servizio di mensa scolastica offrendo  un servizio di qualità alle famiglie degli alunni  interessati, garantendo agli studenti un’alimentazione sana e rispettosa delle loro esigenze.

I menù sono strutturati su una rotazione stagionale per garantire un’alimentazione varia ed equilibrata e forniscono indicazioni importanti per un corretto approccio dei ragazzi con l’alimentazione.

Le novità di quest’anno riguardano l’articolazione delle tariffe e l’ampliamento delle fasce di reddito considerate. Al fine di informare in modo corretto e adeguato gli utenti, è opportuno fare un confronto dettagliato tra le tariffe dello scorso anno e le attuali, evitando così inutili demagogie da parte di chi specula su un servizio ottimale che il Comune di Ceccano rende alla cittadinanza, ottemperando agli standard qualitativi e dietetici. Tutto questo con un notevole sforzo, visto il difficile momento economico che coinvolge molti Enti.

mense-scolastiche

Da notare, in primis,  l’innalzamento da euro 2.000,00(ISEE) ad euro 4.000,00(ISEE)per la fascia di reddito che gode dell’esenzione totale. In altri termini si è raddoppiato il tetto della tariffa minima. Per facilitare le famiglie con più figli, c’è la riduzione del 30% sul secondo figlio e l’esonero totale dal pagamento per i successivi. Si è proceduto ad una opportuna differenziazione tra le tariffe delle diverse scuole, scuola materna, sez. primavera e scuola elementare.

Da sottolineare che gli alunni delle classi elementari usufruiscono del servizio per due volte a settimana, come previsto per il rientro pomeridiano. Per la scuola materna, che usufruisce del servizio quotidianamente si è innalzata l’ultima fascia di reddito da euro 9.746,00(ISEE) ad euro 16.000,01(ISEE) per la scuola materna e ad euro 10.000,00(ISEE) per la scuola elementare, con una distribuzione più equa delle tariffe, agevolando le fasce di reddito più basse e chiedendo una tariffa leggermente più onerosa per i redditi più alti.

A sostegno della mobilità dei piccoli cittadini è già attivo, sin dall’inizio dell’anno scolastico il servizio scuolabus con 7 linee di trasporto espletato con automezzi di recente immatricolazione ( anni 2012/2013), per garantire la massima sicurezza agli studenti, con un servizio capillare su tutto il territorio.

tariffe_bus

tariffe_12-13

Anche per il servizio di trasporto scolastico si è innalzata la prima fascia di reddito che gode dell’esenzione totale dal pagamento fino ad euro 4.000,00(ISEE). Per fare un esempio, chi lo scorso anno aveva un reddito Isee di euro 3.500,  avrebbe dovuto pagare euro 122.20, invece quest’anno non dovrà pagare nulla.

Inoltre, per  fare in modo che le famiglie numerose non vengano gravate dal costo del servizio mensa e del trasporto si è provveduto ad una riduzione del 30% per il secondo figlio e all’esonero totale dal pagamento per i successivi. Sono aumentate le fasce di reddito, di cui l’ultima sale ad euro 20.000,00(ISEE) ed è stata eliminata la distinzione tra scuola media ed elementare.

La puntualità dei pagamenti nei termini indicati da parte di tutti coloro che usufruiscono dei servizi permetterà un’ottimizzazione dello stesso ed eviterà di incorrere in provvedimenti e sanzioni. Come si può evidentemente comprendere dalla dettagliata e comprensibile descrizione, la distribuzione delle tariffe è stata articolata in modo più equo e razionale.
Evitando di incorrere in false o distorte informazioni, per ulteriori informazioni e sulle modalità di accesso ai servizi ci si può rivolgere all’Ufficio mensa e trasporti del Comune di Ceccano, con sede in P.zza Municipio.

 

Menu