Nota del Consigliere Comunale PDL: Roberto Caligiore

Spesso ho denunciato comportamenti assurdi da parte di chi governa questa città e, varie volte, mi sono trovato di fronte a situazioni che lasciano trapelare il senso di prevaricazione nell’utilizzo dei soldi dei cittadini. Sicuramente la politica ha dei costi, ma questi non possono certo pagarli i cittadini in maniera così spudorata. In passato abbiamo assistito all’affissione di manifesti politici targati Comune di Ceccano, alle lettere in cui il Sindaco Ciotoli si faceva pubblicità prima delle elezioni Regionali in cui lui stesso era candidato, adesso siamo arrivati ai quotidiani per pubblicizzare la candidatura del nuovo volto della politica ceccanese ma che di nuovo non porta niente, visto che i modi ed i metodi sono sempre gli stessi. Dico questo perché oggi mi sono imbattuto con una catasta di oltre 200 copie di quotidiani locali posti all’interno della sala d’ingresso del Comune, arrivati nella mattinata ed addirittura del giorno prima.

A questo punto sono varie le domande che nascono: forse erano lì perché il personale comunale doveva distribuirle (anche se sono sicuro che i dipendenti comunali sono stati soltanto spettatori di questo atto da “provolone d’oro” di Striscia la Notizia)?; A chi? Cosa ne pensa di questo atto il nuovo candidato a Sindaco Maliziola visto che, guarda caso, nelle pagine di Ceccano vi era un larghissimo articolo sulla sua presentazione? Magari forse adesso questi metodi fanno comodo per provare a vincere e dopo si vedrà?

Se il buongiorno si vede dal mattino….

Ho volutamente messo “provare” perché la mia provocazione va ben oltre, infatti come non ricordare la raccolta di firme per una presunta class-action, da parte di un ente che si propone come difensore dei consumatori per i disservizi causati dalla mancanza dell’energia elettrica nell’ultima nevicata, e vedere che guarda caso il futuro candidato a Sindaco di cui parlo ne è parte integrante? Perché il Comune non si è dotato di un ufficio per farsi promotore in maniera bipartisan, invece di consegnare i cittadini a quest’ente che vedrà poi probabilmente proporre la compilazione di una tessera di appartenenza condito, magari, da un legittimo santino elettorale?

Per notizia, l’Autorità di Controllo dell’Energia Elettrica ha emanato una delibera in cui definisce uno specifico rimborso alle utenze che, a causa della neve, a gennaio e febbraio, hanno subito disservizi; rimborso che varierà in base alla durata del disagio e che verrà erogato in maniera automatica sulle prossime bollette, in quanto agli enti erogatori del servizio risulta tutto in automatico senza nessuna segnalazione; comunque chi volesse ulteriori delucidazioni basta chiamare i rispettivi numeri verdi, “gratuiti”.

Basta speculare sui cittadini!.

Consigliere Comunale PDL Roberto Caligiore

Menu