Nota del consigliere comunale Roberto Caligiore su Scuola Ex Marano

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota politica a firma del consigliere Roberto Caligiore, Capogruppo consiliare Fratelli d’Italia

“Devo constatare che quello che in più occasioni abbiamo affermato sulla stampa e sulle nostre Interpellanze ed Interrogazioni, cioè il completo immobilismo dell’attività politico /amministrativa del Sindaco Maliziola, condito dalla totale assenza di fiducia nei confronti della sua maggioranza a cui va aggiunta la mancanza di trasparenza, è confermato dai continui atti di protesta e di dissenso a cui ci stanno quasi abituando i membri della maggioranza.

Ma quando quest’ultimi si vestiranno della credibilità politica che, per colpa dello stallo a cui stiamo assistendo, stanno perdendo, limitandosi invece a mandare segnali a chi non vuole né sentirli né vederli? Quando decideranno di ribellarsi ad un sistema che li vede solo partecipi quando devono votare in Consiglio Comunale atti che non condividono ma che per lealtà politica sostengono? Soprattutto a chi appartiene a liste civiche, non si rende conto che l’unico argomento politico, ma senza sostanza, che interessa i vertici provinciali dei partiti di sinistra è l’unità di questa, che sino ad oggi ha dimostrato di essere spaccata in più tronconi e che non garantisce, neanche se dovesse arrivare a questa agognata riunificazione, la ripartenza della città, visto che comunque il timoniere è sempre lo stesso?

E poi, può essere che è più importante per la città questo famoso documento di riunificazione della sinistra firmato il 22.01.2013 invece di pensare a produrre progetti per riqualificare la città? E’ veramente strano, in un momento storico dove a tutti i livelli si parla solo di “senso di responsabilità per governare”, a Ceccano invece si pensi al contrario solo a ideologizzare ogni situazione ponendo sempre e soltanto in primo piano la “bandiera”; nonostante io faccia parte di un partito, ho maturato l’idea che soltanto se sapremo anteporre il bene della città a quello dei partiti, si potrà dare una sferzata decisa, sostanziale e corposa al percorso intrapreso.

Solo per fare un esempio ma che fotografa realmente la situazione a Ceccano, un mese fa ho protocollato un’interpellanza dove ho chiesto chiarimenti sul riassetto scolastico connesso all’edilizia scolastica, concernente gli edifici di competenza comunale. Oltre a chiedere di programmare un miglioramento del livello degli edifici scolastici, è ormai improrogabile, nello specifico, la dislocazione delle classi della Scuola Media Elementare di Ex Marano, poste ormai da troppi anni nel seminterrato dei locali di Ragioneria, in un’altra scuola, presumibilmente ed auspicabilmente nell’adiacente plesso della Scuola Media Sindici, anche in considerazione che fanno parte dello stesso Istituto Comprensivo.

Purtroppo mi risulta che ad oggi non si è provveduto ancora a “progettare” lo spostamento in quanto, tanto per cambiare, non arrivano le indicazioni politiche da parte di Assessore e Sindaco. Inoltre nella Scuola Media Sindici è fondamentale, per non dire indispensabile, abbattere quelle barriere architettoniche ancora esistenti installando un ascensore interno che sia operativo, imprescindibilmente, entro l’inizio del prossimo anno scolastico; ed ancora una pensilina per coprire lo scivolo d’ingresso (lato via Gaeta), ancora sprovvisto, una scala antincendio esterna ecc…. Cosa si sta aspettando?”

Menu