venerdì 18 ottobre 2013 redazione@ceccano24.it

Ospedale Santa Maria della Pietà di Ceccano: Maliziola in Regione per il progetto “Casa della Salute”

Come aveva già annunciato il Presidente della Giunta Regionale del Lazio, Nicola Zingaretti, il progetto delle Case della salute prosegue con il decreto commissariale  del 04.10.2013.in merito alla localizzazione della Case della Salute. Il metodo di lavoro scelto dalla Direzione Sanitaria regionale è molto lineare: la rete territoriale sarà definita attraverso la valutazione del fabbisogno, tenendo conto delle indicazioni delle Asl, dei nuovi Distretti e in raccordo con le Amministrazioni locali.

Oggi, Venerdì 18 ottobre si è tenuto un incontro nella sede della Regione Lazio, per la discussione del predetto decreto ed in particolare della localizzazione di queste nuove strutture, che rientrano in un progetto sanitario  che non si basa sulla costruzione di nuovi e costosi complessi, ma sull’utilizzo e valorizzazione di quelli esistenti, come i poliambulatori e le strutture territoriali.
Nelle case della salute potranno lavorare in collaborazione il medico di medicina generale, lo specialista ambulatoriale, ospedaliero o l’infermiere. L’importanza di queste strutture sta anche nel fatto che andranno ad alleggerire il numero di utenti dei pronto soccorsi.

Ogni anno nei pronto soccorso del Lazio arrivano due milioni e 200mila persone. Potranno rivolgersi alle ‘Case della Salute’. Questo significa dimezzare le attese al pronto soccorso, ricevere servizi migliori in un solo posto più vicino a casa, senza effettuare viaggi della speranza in diverse strutture ospedaliere e diminuire le spese perché una patologia lieve se viene affrontata da una struttura ospedaliera costa molto di più.

Entro l’inizio del prossimo anno la riforma della sanità fa un altro passo avanti con l’apertura di queste nuove strutture dove i cittadini potranno trovare i servizi per i bisogni più semplici, attraverso la riqualificazione delle strutture esistenti e non più utilizzate come quella del S.Maria della Pietà di Ceccano.

A tale scopo è giunto dal Commissario ad acta un invito per il Sindaco Maliziola, che, insieme al Vice Sindaco, nonché assessore alle politiche sociali Maurizio Cerroni, ha partecipato alla riunione odierna, illustrando nell’opportuna sede le necessità sanitarie del territorio e le potenzialità infrastrutturali (vicinanza con la stazione ferroviaria e casello autostradale) e la efficienza del complesso del S.Maria della Pietà, evidenziando le patologie caratteristiche del territorio stesso, soprattutto quelle legate all’inquinamento.

Partecipata e costruttiva la riunione che si è svolta questa mattina presso l’Assessorato della Regione Lazio, alla quale hanno partecipato per il Comune di Ceccano il Sindaco Manuela Maliziola e il Vice Sindaco, nonché Assessore alle Politiche Sociali Maurizio Cerroni, gli altri Sindaci convocati, il Generale Suppa, il Dott. Cristofari, presidente dell’Ordine dei medici di Frosinone ed i vertici della direzione sanitaria della Regione Lazio.

Si sta raggiungendo un risultato eccellente e nel quale molti non speravano più, grazie alla lungimiranza del Presidente Zingaretti e alla tenacia del Sindaco Maliziola , che allo stesso si è rivolta in molteplici occasioni al fine di restituire vita e dignità all’importante complesso del S.Maria della Pietà a  Ceccano e di tutte le strutture ospedaliere chiuse grazie al decreto Polverini, al fine di dare ai cittadini un punto di riferimento per le loro cure e la loro salute.

Proposte sono state avanzate in merito al mantenimento dei servizi già esistenti nella struttura fabraterna, con il potenziamento di alcuni di essi e l’istituzione di un reparto di nutrizione assistita e di un dipartimento di Medicina dello Sport, che dia assistenza e supporto alle molteplici realtà sportive esistenti nel territorio, favorendo un incremento delle stesse.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA