Patrizia Danella (IDV): “Ruspandini mente agli elettori”

Non è il caso di ingaggiare il corpo a corpo né con Ruspandini, né con altri. Il clima della campagna elettorale deve rimanere sereno ed essere vero confronto democratico fondato su temi e progetti chiari, trasparenti all’insegna dell’onestà politica e intellettuale. Per questo motivo occorre dire le cose come stanno senza ingannare gli elettori che hanno il diritto di valutare in base ai fatti e non agli insulti, quanti chiedono loro la fiducia. Ruspandini continua a mentire sulle responsabilità sue e della giunta provinciale di cui da sempre fa parte, sulla perdita del finanziamento per la differenziata. Gli rammento alcuni passaggi. Al governo provinciale di centro sinistra nel 2008 la Regione Lazio assegnò per i 91 comuni circa € 1.600.000 da erogarsi in due rate. A quel bando rispose il Comune di Ceccano con un progetto per l’avvio della raccolta differenziata corredato anche da atti amministrativi comunali. L’allora assessore provinciale Simoncelli comunicò al sindaco Ciotoli che la città fabraterna era stata ammessa al finanziamento ed erano stati stanziati € 350.000. Nel 2009 la Provincia passò al centrodestra e subito dopo il finanziamento per Ceccano passò da 350.000 a 250.000 (-100.000). Nel 2010 nelle casse della Provincia la Regione versò la prima rata di € 1.080.000. A questo punto il buco nero della mancata rendicontazione da parte della Provincia alla Regione hanno determinato la perdita del finanziamento e il suo relativo annullamento da parte della Regione Lazio.

Ruspandini è un po’ maldestro quando dice di essere subentrato da qualche mese nella delega all’ambiente. È dal 2009 fa parte della Giunta provinciale. Non poteva non sapere! Quanto al Palazzetto dello sport, nessuno vuole sfuggire alle responsabilità di un’opera che venne progettata agli inizi degli anni ’90 quando ancora non c’erano le prescrizioni della legge Merloni e quando la maggior parte degli amministratori che cita (Raoni e Savone ad esempio) non erano mai stati né in consiglio né in giunta. Mi chiedo cosa abbia fatto lui in tutti questi anni di opposizione. Perché non se ne è mai occupato? Come mai la sua opposizione a si è svegliata solo ora? Comunque se avrà piacere di intervenire alle nostre iniziative, l’IDV sarà ben felice di ospitarlo e di dargli la parola. In questo modo gli elettori avranno modo vedere chiaramente chi è che mente.

Patrizia Danella – Commissario IDV Ceccano

Menu