venerdì 18 ottobre 2013 redazione@ceccano24.it

Rino Liburdi: “Aumenti del 120% sui buoni pasto della mensa scolastica, genitori mobilitati in massa”

“Nella mia qualità di Presidente del Consiglio d’Istituto dell’Istituto Comprensivo II di Ceccano, in questi giorni sono stato contattato da una miriade di genitori, i quali chiedono spiegazioni per il sorprendente aumento del costo dei buoni pasto della mensa scolastica disposta dal Comune con delibera di Giunta nei giorni scorsi. Io stesso ho verificato, con sgomento, il contenuto di un provvedimento che è a dir poco vergognoso. La Giunta ha stilato delle fasce reddituali al di fuori della realtà che, di fatto, pongono qualsiasi famiglia al di sopra dei 10.000 Euro (si badi 10.000,00 Euro all’anno!) annui nella condizione di dover pagare il massimo, nella specie 122 Euro per l’Infanzia e ben 175 Euro per un blocchetto di 25 buoni pasto. La Giunta ha attuato degli aumenti del 120% rispetto all’anno scorso!

Preannuncio che molti genitori si stanno mobilitando per chiedere con forza al Sindaco di rivedere questa decisione impopolare ed iniqua. Le famiglie vogliono il servizio mensa, ma a prezzi consoni ed accessibili per tutti. E’ singolare che il servizio l’anno scorso era coperto ed ora per fornirlo si chiede più del doppio. Dove vanno a finire tutti questi soldi? Certo, rimane l’amarezza per un’Amministrazione che si è sempre detta sensibile al sociale, ma che di fatto, sta attuando una politica classista, che consente l’accesso ai servizi solamente alle famiglie più ricche, penalizzando chi è veramente in difficoltà e non può arrivare a fine mese. Auspichiamo tutti in un ripensamento della Giunta, che a buon diritto, potrebbe correggere la Delibera ed emettere un provvedimento che rispetti di più le esigenze delle famiglie di Ceccano”.

Avv. Rino Liburdi – Presidente Consiglio D’Istituto II Ist. Comprensivo

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA