23 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Rumori in località Badia a Ceccano: Maliziola invia diffida alle società che gestiscono le antenne di telefonia mobile

Il Sindaco Maliziola, dopo reiterati solleciti, ha indirizzato nei giorni scorsi una diffida alle società che gestiscono le antenne di telefonia mobile in località Badia. Il Sindaco Maliziola e l’Amministrazione comunale , già nei mesi scorsi, avevano effettuato sopralluoghi al fine di verificare la situazione di disagio che molti abitanti della zona avevano lamentato, e si erano attivati per richiedere l’eliminazione dei gruppi elettrogeni, fonti di rumori fastidiosi, auspicando  l’allaccio definitivo alla rete elettrica. Stante il perdurare della situazione, e al fine di tutelare la salute e l’incolumità dei suoi cittadini il Sindaco Maliziola  ha deciso di scrivere una lettera di diffida dal seguente contenuto:

“In riferimento all’oggetto ed alla precedente comunicazione protocollo n. 2893 del 06/02/2013 (che a buon fine si allega in copia), considerato che a tutt’oggi gli inconvenienti relativi al generatore di corrente attualmente in uso continuano a provocare disagi ed inquinamento acustico ai residenti della zona, si invitano le Società in indirizzo, ognuna per le proprie competenze e spettanze, alla risoluzione della problematica rappresentata tramite allaccio alla rete di energia elettrica esistente in prossimità degli impianti, come previsto al momento del rilascio della concessione.

Pertanto, si invitano e diffidano le Società, entro 30 giorni dalla presente, alla definizione di  quanto sopra, facendo presente che per l’inottemperanza di quanto richiesto, saranno adottati ulteriori provvedimenti in merito.

Comunicazione del 06/02/2013

La  presente per rappresentarVi una annosa problematica che riguarda la salute e l’incolumità dei nostri concittadini, nonché la tranquillità del riposo notturno dei residenti della popolosa contrada Badia di Ceccano. Infatti, lamentano tali residenti che nella suddetta zona sono state installate n. 2 antenne, delle quali una in prossimità della linea superveloce presso il sottopasso ferroviario di via della Valle e l’altra presso il sottopasso ferroviario di via della Badia, le quali vengono alimentate tramite un generatore di corrente.

Tutto ciò provoca notevoli disagi e inquinamento acustico nei confronti degli stessi che sono costretti a tenere chiuse le finestre sia durante il periodo invernale che estivo oltre a non poter soggiornare fuori dalle loro abitazioni stante gli assordanti rumori prodotti dai generatori di corrente. Con la presente, pertanto, al fine di risolvere definitivamente tale problematica, nel sollecitarVi ad opportune risoluzioni, Vi invitiamo ad effettuare un sopralluogo con i tecnici quanto prima.

Menu