8 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

Sesta notte al freddo e al buio per migliaia di famiglie

Comincia la VI notte al freddo per migliaia di famiglie nella provincia di Frosinone. L’energia manca ancora in alcune zone di Frosinone, Ceccano, Ripi, Pofi, Ferentino, Anagni, Sora, Veroli, Monte S. Giovanni e tanti altri comuni soprattutto nella fascia pedemontana del cassinate. Eppure i grandi mezzi di comunicazione di massa sembrano ignorare i drammi che stanno dietro una tale situazione di abbandono. E’ troppo facile dare responsabilità al maltempo e dimenticare mezzo secolo di incuria, mancati interramenti di linee elettriche, nessuna manutenzione e sorveglianza anche delle grandi linee aeree, nessun investimento per migliorare le linee telefoniche, i cui cavi sembrano “attaccati con lo sputato” come dicono i ragazzini, nessuna installazione di gruppi elettrogeni nei pressi delle pompe dell’acqua… e l’elenco potrebbe continuare.

Ora è il momento della solidarietà, dell’impegno, del ringraziamento ai tanti tecnici che stanno facendo fronte, con la loro abnegazione e anche a rischio della vita,  alla mancanza totale di programmazione dei dirigenti. Ma sarà il caso, dopo, di ricordarsi queste cose e chiedere che anche la provincia di Frosinone diventi un territorio civile dal punto di vista delle infrastrutture dei servizi essenziali. Immaginiamo quante risate si saranno fatti i tecnici Enel venuti dal nord…

 Pietro Alviti’s Weblog
Menu