Stele in ricordo delle vittime del terrorismo trafugata a Ceccano, il sindaco: “Sarà rimessa al suo posto”

“La stele sarà rimessa al suo posto”. A dirlo il sindaco di Ceccano Manuela Maliziola, come riportato da Il Messaggero di Frosinone del 19 agosto. La stele  in ricordo delle vittime del terrorismo è misteriosamente scomparsa pochi giorni fa. Era stata posta in viale della Libertà nel lontano marzo del 1980, al fine di rendere tangibile il ricordo di tutte quelle persone assassinate, in Italia, per mano del terrorismo armato, a tutela della libertà e della democrazia.

Era, all’epoca, la risposta della società civile e delle istituzioni locali preposte ad un terrorismo di colore politico che ha tinto per sempre la memoria di quegli anni con il colore del sangue ed il peso del piombo.

Nelle scorse settimane, ad opera di ignoti, la lapide aveva subito un  primo danneggiamento.

Si era pensato al gesto isolato di qualche vandalo, come del resto ha raccontato il vice-sindaco Pasquale Casalese. L’Amministrazione comunale aveva dunque provveduto a ripristinare lo stato dei luoghi con un intervento che, però, ha avuto la durata di sole poche ore come riportato su Ceccano24 dal giornalista ceccanese e nostro corrispondente Antonio Nalli.

 

Menu