giovedì 12 gennaio 2012

Te la racconto io l’università 2012: l’architetto newyorkese Ardovini ai liceali: “Siate voi il vostro futuro”.

“Be your future, siate voi il vostro futuro. Siete voi che dovete fare in modo che il vostro futuro cambi, non dovete aspettare il posto, dovete inventarlo voi il lavoro, non perdete tempo, imparate bene l’inglese e l’informatica, studiate e nel frattempo, lavorate”.

Sono gli appassionati consigli di Enzo Ardovini, l’architetto newyorkese, nato a Ceccano,  che l’11 settembre del 2001 si unì ai soccorritori delle Torre Gemelle e che martedì 10 gennaio ha illustrato ai ragazzi del Liceo le possibilità di studio nelle università statunitensi. Negli USA, ha detto, ci sono oltre 7000 università e dunque ci sono possibilità per tutti, se si vuole, ma per cogliere tali opportunità bisogna  attrezzarsi in tempo e prepararsi per bene. Ardovini è intervenuto nell’ambito dell’iniziativa Te la racconto io l’università che ha raccolto nell’aula magna Francesco Alviti del Liceo alcuni ex allievi che hanno raccontato alle classi V la loro esperienza universitaria, sia negli aspetti positivi che in quelli negativi. Enzo Ardovini ha anche annunciato l’iniziativaAdopt a student, che lancerà negli Stati Uniti per far sì che gli studenti italiani possano essere adottati dalle istituzioni accademiche americane per ottenere borse di studio.

 

Pietro Alviti’s Weblog