martedì 9 aprile 2013 redazione@ceccano24.it

Tra pochi giorni al via i lavori di sistemazione e bonifica del parco di Castel Sindici A Ceccano

La Giunta Comunale, guidata dal Sindaco, Avv. Manuela Maliziola ha approvato pochi giorni fa una delibera per l’utilizzo di economie per il recupero di Castel Sindici, iniziato già con G.M. n. 89 del 16.03.2010 e conclusosi  in data 28.12.2012 con la presentazione della relazione a struttura ultimata presso la Regione Lazio ( Genio Civile di Frosinone) e con relativo collaudo del 27.03.2013.

Ultimate tutte i lavori previsti dall’appalto, gli uffici preposti hanno certificato una economia gestionale tale da consentire un primo intervento di bonifica e messa in sicurezza del parco antistante Castel Sindici.

E’ questo un ultimo intervento per ridare al paese e all’intero territorio la possibilità di fruire del valore e della bellezza del maniero e del parco che lo circonda.

Fondamentale è la messa in sicurezza e la delimitazione dei confini del parco, la salvaguardia degli alberi secolari in esso presenti,  con il rifacimento del canale laterale di raccolta e regimentazione delle acque meteoriche.

Diverse  sono state le Commissioni che si sono attivate per il raggiungimento di questo obiettivo grazie all’interessamento e all’impegno dei consiglieri interessati.

Un altro tassello si aggiunge al nobile progetto del Sindaco Maliziola di salvaguardare e tutelare i siti storici, beni della città fabraterna e di farli vivere a tutti , ceccanesi e non, che ne sappiamo apprezzare il valore storico e culturale.

Di seguito il testo della delibera di Giunta ( n.85 del 04.04.2013).

LA GIUNTA

Premesso che, con deliberazione G.M. n. 89 del 16.03.2010 è stato approvato il progetto esecutivo dei lavori di recupero Castel SINDICI in Ceccano, per un importo complessivo di Euro 750.000,00, di cui € 498.500,00 per lavori a base d’asta compresi oneri per la sicurezza;

Che, con successiva determina n. 808 del 29.06.2010, a seguito di espletamento di gara per procedura negoziata ai sensi dell’art.122 c. 7bis del D.Lgs n. 163/2006 l’appalto dei lavori in oggetto veniva aggiudicato alla all’Impresa TUCA 2000 s.r.l. per un importo al netto del ribasso d’asta del 24,473% di € 386.261,93;

Che, con la stessa Impresa veniva stipulato contratto di appalto rep. N. 2208 del 21.07.2010;

Che durante i lavori si è reso necessario approvare una perizia di variante ai sensi dell’art. 132 della D. Lgs 163/2006 e s.m.i. che aumentava l’importo dei lavori ad Euro 462.505,02 più IVA come per legge;

Accertato che ad oggi i lavori previsti nella perizia predetta risultano ultimati, vista la relazione sul conto finale rimessa dalla D.L. Arch. Diego Cancelli e lo stato finale degli stessi dalla quale si evince che l’ultimazione dei lavori è avvenuta il 01.10.2012 e che la spesa complessiva dei lavori è stata di € 462.430,99 più IVA;

Che successivamente all’ultimazione in data 28.12.2012 è stato depositato presso la Regione Lazio ( Genio Civile di Frosinone) la relazione a struttura ultimata e che con nota del 15.02.2012 Prot. 3731 lo stesso ufficio né dava atto fissando il termine di 60giorni per le operazioni di collaudo ai sensi dell’art. 67, comma 5, del D.P.R. n. 380/2001;

Visto il certificato di collaudo rilasciato dall’incaricato Ing. Vladimiro Alfonsi in data 27.03.2013 in corso di deposito al Genio Civile di Frosinone;

Accertato che, ultimate tutte le operazioni inerenti l’appalto si può certificare una economia gestionale al netto di tutte le spese sostenute di almeno Euro 50.000,00 ( Euro CINQUANTAMILA/00) circa da utilizzare come richiesto dall’Amministrazione Comunale per un primo intervento di bonifica e messa in sicurezza del parco antistante il castello dei Conti;

Visto il verbale della Commissione Urbanistica del 17/10/2012;

Che l’Ufficio Tecnico Comunale IV Settore ha redatto un progetto per l’intervento di cui sopra, recependo le indicazioni della Commissione Urbanistica;

Vista la relazione tecnica e il preventivo di spesa, dell’importo complessivo di Euro 50.000,00 suddiviso in due distinte fasi di intervento come segue:

– primo intervento di rilievo generale della proprietà Comunale, verificata confini, redazione perizia con allegata planimetria in idonea scala nella quale vengano evidenziati eventuali sconfinamenti tutte le prestazioni professionali connesse, mediante affidamento a Tecnici Esterni dotati di idonea strumentazione;

– secondo per lavori di apposizione termini di confine mediante recinzione costituita da paletti in legno e rete metallica sulla parte a valle dell’accesso principale del castello, bonifica dell’area a monte evidenziata in rosso nella planimetria allegata ivi compreso recinzione costituita da paletti il legno e rete metallica per interclusione accesso nelle zone a valle del castello, ripristino dell’accesso da Via P. Umberto delimitato con staccionata, manutenzione del viale di accesso, rifacimento del canale laterale di raccolta e regimazione acque meteoriche, nonché tutto ciò che è inerente la manutenzione dell’area;

Dato atto che la spesa risulta articolata come segue :

– Per operazioni di rilievo, redazione frazionamento e di tutte le prestazioni professionali connesse € 3.200,00;

– Per lavori di sistemazione parco al netto del ribasso del 24,473% offerto dall’Impresa aggiudicatrice del contratto Principale € 39.500,00

– IVA 21% selle spese tecniche € 660.00

– IVA 10% sui lavori € 3.950,00

– IMPREVISTI Iva inclusa € 2.678,00

TOTALE GENERALE € 50.000,00

 

Visti i pareri del Responsabile del Servizio LL.PP. e del responsabile del II Settore di Ragioneria ai sensi dell’art. 49 del T.U.E.L.;

A voti unanimi, resi nelle forme di legge,

DELIBERA

1) Di approvare il preventivo di spesa redatto dall’Ufficio Tecnico Comunale, relativo ai lavori di bonifica e messa insicurezza del parco antistante Castel Sindici dell’importo complessivo di Euro 50.000,00 come in premessa specificato;

2) Rendere atto che la spesa trova copertura nella somma già impegnata per l’intervento originario di recupero Castel Sindici di cui in premessa specificato dà imputare sul capitolo 4720, RR.PP. vari;

3) Rendere la presente immediatamente esecutiva così come stabilito con separata votazione palese ed unanime, ai sensi dell’art.134, 4° comma, del D.Lgs.267/2000.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI IN CIOCIARIA