22 novembre 2013 redazione@ciociaria24.net

UNICEF: Ceccano ospiterà il 24° anniversario della Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia

In occasione della Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, l’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e l’UNICEF Italia sono fianco a fianco per celebrare il 24° anniversario della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia, dedicato all’uguaglianza nei diritti di tutti i bambini e in particolare alla non discriminazione dei gruppi più vulnerabili, come i minorenni di origine straniera. Per quanto riguarda la Regione Lazio la giornata organizzata dall’UNICEF si celebrerà a Ceccano il giovedì 28 novembre. Parteciperanno alla manifestazione il Prefetto della provincia di Frosinone, Dott. Eugenio Soldà ed il Garante dell’Infanzia e dell’adolescenza del Lazio Francesco Alvaro. Saranno presenti oltre 300 ragazzi provenienti dalle scuole di ogni provincia della Regione Lazio. In rappresentanza dell’Anci parteciperanno i sindaci dei Comuni della Provincia di Frosinone che hanno aderito al programma “Città amica dei bambini e degli adolescenti”, ovvero il Sindaco di Ceccano, il sindaco di Boville Ernica ed il sindaco di Villa Santo Stefano. Sono stati invitati inolte alla manifestazione il presidente della Regione Lazio Zingaretti, il vescovo Spreafico, il commissario della Provincia di Frosinone Patrizi, il questore De Matteis, il Cap. Luca Ciabocco, comandante Provinciale Carabinieri Frosinone, e Mario Mandarelli, responsabile del provveditorato agli studi della Provincia di Frosinone. L’iniziativa, che si svolgerà a Ceccano (Frosinone), è organizzata dall’UNICEF in ricorrenza del XXIV anniversario della Convenzione Onu sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Essa è il riferimento costante dell’UNICEF per orientare la propria azione, approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989. Costruita armonizzando differenti esperienze culturali e giuridiche, la Convenzione enuncia per la prima volta, in forma coerente, i diritti fondamentali che devono essere riconosciuti e garantiti a tutti i bambini e a tutte le bambine del mondo. Essa prevede anche un meccanismo di controllo sull’operato degli Stati, che devono presentare a un Comitato indipendente un rapporto periodico sull’attuazione dei diritti dei bambini sul proprio territorio. La Convenzione è rapidamente divenuta il trattato in materia di diritti umani con il maggior numero di ratifiche da parte degli Stati. Ad oggi sono ben 193 gli Stati parti della Convenzione. L’Italia ha ratificato la Convenzione con Legge n. 176 del 27 maggio 1991 e ha fino ad oggi presentato al Comitato sui Diritti dell’Infanzia quattro Rapporti.

Menu