3 Novembre 2012

Ceccano, arsenico oltre i limiti nell’acqua? (di Pietro Alviti)

Sarebbe una quantità eccessiva d’arsenico ad aver reso non potabile l’acqua a Ceccano. E siamo già alla quarta o quinta volta che il pericoloso elemento viene trovato in quell’acqua che invece dovrebbe essere potabile. Continua  l’agonia della distribuzione idrica nella cittadina fabraterna che nel passato vantava ben 33 sorgenti e che addirittura aveva vagheggiato di imbottigliare l’acqua di Celleta. Ora invece, Acea Ato 5  dà ai cittadini acqua con arsenico, pretendendo però che paghino le bollette come se ricevessero acqua potabile. Così, dopo l’aria irrespirabile e le inevitabili prossime restrizioni al traffico veicolare, l’inquinamento del fiume e dei campi, del latte bovino e delle verdure,  ora è la volta dell’acqua. Lo sforamento sarebbe di basso livello ma c’è. Poveri noi.

Pietro Alviti’s Weblog

SPONSOR

Vi aspettiamo presso la sede del Gruppo Jolly Automobili, S.S. dei Monti Lepini km 6,600, a pochi metri dal casello autostradale di Frosinone.