17 Agosto 2012

Ceccano, incendio col botto

Un’esplosione forte, chiara, che si è sentita nel raggio di diversi chilometri: l’incendio che ha distrutto quasi completamente la vegetazione nella collina in località Casamarciano, proprio a ridosso della ferrovia Roma Cassino, ha fatto esplodere un ordigno, probabilmente un residuato bellico, o polvere di mina utilizzata per i lavori ferroviari, e rimasto nella vegetazione per mezzo secolo.

Questa la prima ipotesi per spiegare quanto è avvenuto l’altro ieri: l’incendio ha riguardato una vasta area a ridosso della riva sinistra del  fiume Sacco tanto da richiedere l’intervento di un elicottero della protezione civile che ha dovuto più volte attingere acqua dal letto del fiume. Ad un certo punto, mentre era in corso l’opera di spegnimento, la forte esplosione che ha spaventato non poco i residenti nella zona.

La vegetazione della collina di origine vulcanica è andata quasi completamente distrutta.

Fonte   http://networkedblogs.com/B4kYh

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
EUTANASIA - La storia di Piera Franchini

Eutanasia - Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Eutanasia - Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Lattoferrina Coronavirus - Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e gli altri" su Cusano Italia TV.