9 Dicembre 2013

CECCANO – Servizio Civile: entro giovedì 12 Dicembre possono presentare domanda anche i cittadini stranieri

Il bando 2013 di Servizio civile nazionale è stato riaperto il 4 dicembre per consentire ai giovani stranieri di fare domanda da qui al 16 dicembre. Si tratta di un risultato importante, ottenuto grazie ad un’ azione giudiziaria e alla partecipazione di molti giovani, che, con altre associazioni, si sono mobilitati attorno a questo obiettivo. L’ordinanza r.g 14 219/2013 del tribunale di Milano è stata eseguita dal Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale – Presidenza del Consiglio dei Ministri e resa operativa dall’apposito decreto che riapre i termini di presentazione delle domande esclusivamente per i soli cittadini stranieri. Questo per favorire l’integrazione del servizio civile italiano con quelli tedesco e francese, già aperti agli stranieri, che potranno partecipare, a parità di condizione con gli italiani, a questa importante esperienza di solidarietà e di condivisione. Il decreto stabilisce di: “cessare il comportamento discriminatorio, di modificare il bando nella parte in cui prevede il requisito della cittadinanza consentendo l’accesso anche agli stranieri soggiornanti regolarmente in Italia e di fissare un termine non inferiore a 10 giorni dalla comunicazione della presente ordinanza per la presentazione delle ulteriori domande di ammissione”

Possono presentare domanda di accettazione i cittadini comunitari, i familiari di comunitari, i titolari di permesso per asilo politico ed i titolari di permesso di soggiorno di lungo periodo e titolari di permesso per protezione sussidiaria.  Ceccano, che è un comune con una vasta esperienza nel settore ed un progetto attivo nel bando, accoglierà le domande dei soli cittadini stranieri fino al 16 Dicembre. Previsto l’impiego di 12 volontari da inserire nel progetto denominato i “Laboratori della Memoria” che consiste nella valorizzazione del centro storico e dei beni culturali mettendo al centro il Castello dei Conti e la Biblioteca. “Prosegue un lavoro iniziato a Ceccano nel 2003 e che ha consolidato una squadra di lavoro efficiente e qualificata in grado di dare continuità a questo importante servizio per la comunità – afferma Valerio Papetti responsabile del servizio civile nazionale per il comune di Ceccano – Centinaia i volontari tra i 18 ed i 28 anni che si sono alternati negli anni ottenendo una qualificazione professionale, un bagaglio culturale non indifferente basato sui principi della Patria, della solidarietà e della valorizzazione del patrimonio culturale”.

“Si tratta di un’ opportunità in più che l’Amministrazione di Ceccano offre ai cittadini stranieri per una maggiore integrazione degli stessi non solo nel tessuto sociale ma anche culturale della nostra città – afferma il sindaco Manuela Maliziola– le finalità di questo progetto del servizio civile sono basate soprattutto sull’educazione dei ragazzi allo spirito della solidarietà nei confronti degli altri sulla scia della conoscenza e della valorizzazione della storia di Ceccano”.

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
EUTANASIA - La storia di Piera Franchini

Eutanasia - Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Eutanasia - Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Lattoferrina Coronavirus - Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e gli altri" su Cusano Italia TV.

CORONAVIRUS - La Lattoferrina può essere utile per la prevenzione del Covid

Lattoferrina Coronavirus - La Lattoferrina ha dato ottimi risultati contro il Covid: una portentosa scoperta frutto dell'egregio lavoro di squadra condotto dalle università di Tor Vergata e La Sapienza.