13 Gennaio 2012

Ceccano2012 – Idee in Movimento

L’uso della “Cosa Pubblica” per svolgere pratiche clientelari ed assicurarsi consenso ormai ha cronicizzato il comportamento di molti cittadini al punto di far credere loro che non esistano strade legali per far valere i propri diritti  e l’Amministrazione, visto il beneficio che comporta il perseguire tale pratica, pare ormai non seguire più la strada della legalità per servire la cittadinanza.

Il nostro movimento ha tra i principali scopi quello di risvegliare la coscienza civica dei cittadini di Ceccano al fine di stimolarne il dovere di controllo sull’operato degli amministratori pubblici.

La coscienza civica appartiene all’essere umano in quanto tale, perché rispettoso di sé, di quelli che fanno parte della collettività e delle cose che appartengono a tutti. Quando, purtroppo, essa viene a mancare a causa di una politica scorretta e poco interessata alle reali problematiche dei cittadini, vi sono vari modi per riappropriarsi della stessa. Tra di essi l’informazione risulta rivestire un ruolo di notevole importanza. Difatti è fondamentale conoscere il proprio paese, essere a conoscenza delle proprie problematiche e controllare le cause che producono privilegi o degrado.

Per questo attraverso una serie di iniziative abbiamo cominciato a cercare di capire come gli amministratori di Ceccano operano nel territorio. Guardandoci intorno sono risultati subito evidenti  inefficienze amministrative meritevoli di essere approfondite. Per avere chiarimenti abbiamo cercato di instaurare un dialogo con Palazzo Antonelli seguendo l’iter procedurale stabilito sia dalle leggi nazionali che dai regolamenti comunali. Le nostre istanze e le nostre richieste di accesso agli atti (che saranno elencate in calce) sono sempre state ignorate in contrasto con le norme vigenti sulla trasparenza amministrativa.

Siamo rimasti inoltre fortemente sorpresi dall’atteggiamento dell’attuale opposizione che oltre a non aver mai sostenuto nessuna delle nostre iniziative non ha mai reso pubbliche le dubbie decisioni prese a Palazzo Antonelli, assecondando di fatto l’attuale maggioranza e venendo meno a quello che uno dei pilastri del modello democratico cioè alla sua funzione di controllo. Ci si affanna da parte di questi ultimi a presentarsi come gli innovatori del sistema, come coloro che imprimeranno una svolta a Ceccano quando sono essi stessi la concausa del degrado del paese.

Questo atteggiamento negli ultimi giorni si è accentuato fino al ridicolo, ormai i nostri consiglieri sono tutti impegnati a trovare la collocazione migliore per assicurarsi la poltrona che occupano ormai da decenni. Ricordiamo però che il loro mandato è ancora in corso ma come dimostrato finora l’interesse personale è molto più forte di quello che hanno verso il paese che dovrebbero servire.

Istanze di interesse collettivo

  • Richiesta di autorizzazione a trasmettere in diretta le sedute dell’Assemblea Consiliare del Comune di Ceccano presentata al protocollo generale il giorno 8 luglio 2011 (n° prot.14820).
  • Richiesta di pubblicazione dei risultati delle analisi sull’acqua destinata ad usi umani presentata al protocollo generale il giorno 13 settembre 2011 (n° prot.19328).

Richieste di accesso agli atti

  • Richiesta di accesso formale a tutti i documenti e atti riguardanti la progettazione e l’esecuzione dei lavori delle tribune, spogliatoi e palestra nell’ambito della realizzazione del “Parco dello Sport” in località Passo del Cardinale presentata al protocollo generale il giorno 19 settembre 2011 (n° prot.19800).
  • Richiesta di accesso formale a tutti i documenti e atti riguardanti la progettazione e l’esecuzione del “Centro di Raccolta Comunale (Ecocentro)” di Ceccano, sito in via Anime Sante e distinto al catasto al foglio 25 n.25 particelle 793 e 656 presentata al protocollo generale il giorno 20 dicembre 2011 (n° prot.27082).

La nostra associazione perseguirà con tutti i mezzi legali a sua disposizione la ricerca di trasparenza amministrativa per tutti quegli atti che riguardano direttamente gli interessi dei cittadini, mettendosi a disposizione per farsi portavoce di chiunque abbia bisogno di far valere la tutela dei propri diritti.

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Eutanasia - Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Lattoferrina Coronavirus - Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e gli altri" su Cusano Italia TV.

Nicola Guida debutta a Vallelunga sulla CUPRA della Scuderia del Girasole

Nicola Guida - L’imprenditore romano è un rookie del TCR Italy e dopo aver già disputato i primi tre round della stagione, gareggerà questo weekend sulla pista di Vallelunga passando al cambio sequenziale.

Barbados diventerà una Repubblica e invita tutti a passare lì i prossimi 12 mesi in smart working: intervista alla Dott.ssa Marsha Alicia Straker

Barbados smart working - La governatrice generale di Barbados ha annunciato che l'isola caraibica diventerà una Repubblica entro fine 2021, dopo 55 anni dalla sua indipendenza.

Trova clienti gratuitamente con Google My Business

Google My Business - Google My Business è uno strumento gratuito per gestire la tua presenza online su Google, inclusi Ricerca e Maps.

CORONAVIRUS - La Lattoferrina può essere utile per la prevenzione del Covid

Lattoferrina Coronavirus - La Lattoferrina ha dato ottimi risultati contro il Covid: una portentosa scoperta frutto dell'egregio lavoro di squadra condotto dalle università di Tor Vergata e La Sapienza.

Cerchi un bed and breakfast a Roma centro? Te ne consigliamo uno veramente centrale

Bed and breakfast Roma centro - Scegliere il luogo del proprio pernottamento romano è facile o complicato, dipende dai punti di vista, perché l’assortimento è così vasto che si rischia di andare in confusione.